Menu
RSS

Cresce l'export dell'industria farmaceutica

Farmaci genericiCresce l'Italia del farmaco, e fa registrare un vero e proprio boom anche nelle regioni meridionali del Paese: l'export di medicinali prodotti nelle aziende localizzate nel Meridione è infatti più che raddoppiato negli ultimi dieci anni. A evidenziare la crescita produttiva anche al Sud sono i dati presentati oggi da Farmindustria in occasione dell'Assemblea nazionale 2018. Ma anche in Lucchesia l'industria del farmaco resta forte, con Kedrion.

"Al Nord e al Centro - ha affermato il presidente di Farmindustria Massimo Scaccabarozzi - le imprese del farmaco sono davvero forti con poli industriali leader in Europa. A Milano, Monza, Varese, Verona, Vicenza, Bologna, Firenze, Lucca, Parma, Pisa, Siena, Ancona, Roma, Latina, Frosinone e altre città ancora".
Ma, ha aggiunto, "siamo tanti anche al Sud. Perché le nostre imprese ignorano il confine tra Nord e Sud. Basti guardare all'Abruzzo con Pescara e con L'Aquila che vanta un polo industriale che ha superato esemplarmente la crisi del terremoto, contribuendo non poco alla ricostruzione; alla Campania con un grande centro di produzione nella provincia di Napoli che esporta in tutto il mondo; alla Sicilia dove aziende italiane e internazionali investono a Catania o ancora alla Puglia dove a Bari e a Brindisi sono leader nella produzione e nell'export. E proprio l'export nel Sud negli ultimi 10 anni è più che raddoppiato, con un trend di crescita superiore alla media europea e persino al dato tedesco".
Le imprese del farmaco continuano dunque a credere nel Paese: "Nel 2017 - ha rilevato il presidente di Farmindustria - abbiamo investito complessivamente 2,8 miliardi: uno e mezzo in Ricerca e un miliardo e trecento milioni in impianti produttivi, un valore aumentato del 20% in cinque anni". Un aumento della produzione, ha spiegato, che "dipende sia dalle imprese internazionali, che esportano più del 90% delle loro produzioni, sia da quelle nazionali che con la crescita all'estero hanno rafforzato la presenza delle attività nel Paese. Ossia il contrario della delocalizzazione".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Libri

Giornalismi

Newsletter