Menu
RSS

M5S Capannori: "Troppi incarichi per Menesini"

simbolo movimentoFa ironia il Movimento Cinque Stelle di Capannori dopo l'annuncio del sindaco Menesini dell'elezione a presidente regionale dell'Unione delle Province italiane. "Il gruppo consiliare 5 Stelle di Capannori - si legge in una nota - apprende con profondo dispiacere per i cittadini di Capannori dell'ulteriore “stella” appuntata sul petto del sindaco Menesini. La macchina propagandistica ci ha informato della nomina a presidente regionale dell'Upi (Unione Province Italiane) del sindaco. Ci voleva un altro incarico istituzionale? Ricordiamoci quanti ne ricopre, l'onnipresente sindaco: sindaco di Capannori; presidente della Provincia di Lucca; consigliere regionale Anci (Associazione Comuni Italiani); consigliere nazionale Anci; membro del comitato direttivo di Anci Toscana; presidente regionale Upi (Unione Province Italiane). Considerando inoltre che all'epoca del referendum costituzionale del dicembre 2016 (non cento anni fa) Menesini si era fatto promotore di 40 comitati per abolirle le province questa ulteriore carica rappresenta un bel segnale di coerenza".
"Alle elezioni comunali del 2019 - è la chiosa pentastellata - insieme potremo far cambiare l'aria anche a Capannori".

Leggi tutto...

Rinnovi degli incarichi, modificata legge regionale

consiglioregNel rispetto dei limiti previsti dalla legge regionale sugli incarichi per nomine o designazioni, l’assemblea toscana ha precisato che non devono essere computati i mandati svolti da uno stesso soggetto nella stessa carica, quando la designazione è fatta da soggetti esterni alla Regione. La legge relativa è stata approvata oggi in aula, a maggioranza, con il voto favorevole del Partito democratico dal quale si è dissociato Paolo Bambagioni e i voti contrari anche di Sì-Toscana a sinistra, M5S, Gruppo misto, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Lega nord.

Leggi tutto...

Consorzio di bonifica, Angelini: "Assunzioni e incarichi in scadenza di mandato, c'è poca trasparenza"

fortunatoangeliniConsorzio di bonifica, la minoranza, rappresentata da Fortunato Angelini, Rolando Guidi e Pietro Casali denuncia quella che definisce una "inaccettabile gestione personalistica dell’ente".
"Assunzioni, promozioni e incarichi - si legge nella nota - sono tutti gestiti da un uomo solo e a fine mandato. Queste assunzioni, promozioni, incarichi sono necessarie? Quanto costano? Eppure la riforma dei consorzi doveva produrre risparmi, ridurre i costi, attraverso l’associazione dei servizi con altri consorzi, con snellimento della burocrazia e abbattimento dei costi".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Libri

Giornalismi

Newsletter