Menu
RSS

Crac di Brico snc, sequestrato mezzo milione

  • Pubblicato in Cronaca

guardia di finanza 117 H130219193307 U1901837935375oOI 590x288Mezzo milione di euro ’distratto’ dai conti della società Brico snc del gruppo Potenti di Barga e ’girato’ attraverso una serie di operazioni bancarie a conti riconducibili all'amministratore delegato. Un ’trucco’ che, per l'accusa, avrebbe contribuito al fallimento dell'azienda, che operava in lucchesia nel settore del bricolage, e che all'epoca aveva messo nei guai con l'accusa di bancarotta fraudolenta Marco, in qualità di amministratore delegato, Francesco e Veronica Potenti. La vicenda giudiziaria legata a quel fallimento si è arricchita oggi di un nuovo capitolo. Il nucleo di polizia economico-finanziaria di Lucca ha, infatti, eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Lucca, su richiesta della procura della Repubblica, riguardante una “polizza vita” del valore di circa mezzo milione di euro intestata, tramite schermatura fiduciaria, al capostipite della famiglia e ad della società con varie aziende nel lucchese, Marco Potenti. Ai vertici della società per azioni con sede a Lucca, a cui facevano capo aziende titolari di punti vendita operanti nel settore del bricolage e situati su tutto il territorio nazionale, secondo l'accusa, si è reso responsabile di bancarotta fraudolenta patrimoniale e autoriciclaggio, per aver distratto risorse della società fallita per un importo pari a quello che oggi gli è stato sequestrato, ovvero mezzo milione di euro. 

Leggi tutto...

Papergroup verso il fallimento, avanti lo sciopero

  • Pubblicato in Cronaca

2af0e4ba d729 4387 8965 aae4c1dd1b45Da trentasette, per i quali si era aperta la procedura di mobilità, a 147 in fibrillazione. E’ precipitata la situazione per i lavoratori dei due stabilimenti Papergroup nel comune di Capannori dopo che ieri (30 maggio) i giudici hanno deciso che non era possibile ammettere l'azienda alla procedura di concordato. Una decisione assunta dal tribunale dopo una attenta valutazione della situazione finanziaria dell'azienda, che adesso va verso il fallimento (Leggi). L'udienza è già fissata al prossimo 6 luglio: un mese e poco più per cercare di salvare la situazione. Troppo poco, temono sindacati e lavoratori che da stamani (31 maggio) hanno fatto partire una mobilitazione, con uno sciopero di 4 ore e una assemblea fiume nel pomeriggio che è servita ad aggiornare sulla delicatissima situazione.Lo sciopero - stavolta per l'intera giornata - verrà protratto in entrambi gli stabilimenti per la giornata di domani, come ricorda Simone Tesi (Slc Cgil): "Purtroppo - commenta - lo scenario che ci hanno prefigurato oggi non è percorribile né attendibile. Adesso chiediamo un percorso chiaro e netto, nei numeri e nelle scadenze, da parte di chi ha il pallino della situazione. Anche la procedura di mobilità, collegata all'accettazione del concordato in continuità, per noi adesso viene meno. Tempo per presentare una nuova bozza di concordato? Più che una questione di tempisitiche, penso che si tratti di un concetto di volontà: dopo una bocciatura così netta da parte del giudice, non penso ci siano questi presupposti".

Leggi tutto...

Lavori Piuss all'ex Manifattura finiti entro l'anno

porzione ex manifattura asta1I lavori Piuss alla manifattura? Conclusi entro l’anno. Con tutte le cautele del caso è questa la speranza dell’assessore all’urbanistica, Serena Mammini e della dirigente Antonella Giannini, espressa durante la presentazione dell’avviso pubblico in vista del piano operativo: “La ditta – spiegano – sta lavorando alacremente, i tetti sono coperti e il cronoprogramma prosegue secondo le previsioni. Le condizioni per concludere entro l’anno ci sono anche se, con tutto quello che è successo, preferiamo non sbilanciarci”. “Il fallimento della Unieco – aggiunge Mammini – è stato pesante, ma siamo riusciti a venirne fuori. In tutta Italia sono pochi gli esempi di subentro come quello che è accaduto per il cantiere alla manifattura”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter