Menu
RSS

La coppia rapinata: “Ci gridavano: vi ammazziamo”

  • Pubblicato in Cronaca

di Roberto Salotti
MACCIONI"Non so dire di preciso dove ho trovato il coraggio di reagire ai rapinatori ma quando li ho scoperti in casa ho agito d'istinto". Pierangelo Maccioni (nella foto) è ancora sotto choc ma estremamente lucido per essere reduce da uno scontro con dei banditi senza scrupoli che lo hanno minacciato anche di morte, insieme alla sua compagna. Dopo il faccia a faccia con i tre malviventi che ieri sera (30 marzo) si sono introdotti nella sua villa in via Lombarda a Lammari, il membro di Lucca United, tifoso di lunga data della Pantera, ripercorre quei lunghi minuti con la consapevolezza di chi sa di aver scampato un grande pericolo. "Ci gridavano contro tenendo dei legni in mano: vi ammazziamo, ora vi ammazziamo", racconta all'indomani di una serata da incubo che si è conclusa con un inseguimento dei ladri sulla Pesciatina e uno scontro con l'auto dei carabinieri che li braccavano (Leggi).

Leggi tutto...

Caccia ai banditi fuggiti dopo la rapina in villa

  • Pubblicato in Cronaca

CARABINIERIForse i ladri li spiavano da qualche tempo ed erano già nascosti in giardino quando la coppia è salita sulla loro auto per andare da una parente che vive a cento metri da loro. Hanno imboccato il vialetto della villa di via Lombarda a Lammari e si sono allontanati senza alcun sospetto. I tre rapinatori, invece, non hanno perso tempo e si sono diretti verso la porta finestra della cucina al piano terreno e hanno forzato la serratura.

Leggi tutto...

Anziano minacciato e rapinato in casa

  • Pubblicato in Cronaca

di Roberto Salotti
IMG 4984E' stato per un'ora in balìa di tre rapinatori che lo hanno affrontato sulle scale di casa e gli hanno coperto la bocca con le mani: "Se stai buono e non gridi non ti accadrà nulla di male". Un incubo a cui il pensionato Ubaldo Dardi, 84 anni, e fegato da vendere, è riuscito a sottrarsi soltanto dopo alcuni quarti d'ora di paura, ingannando i ladri e rifugiandosi dalla vicina.
Una serata che difficilmente potrà dimenticare. L'anziano si trovava nella sua abitazione di via di Paganico a Tassignano, una villetta a schiera in un complesso di case popolari. Si sentiva al sicuro nel suo appartamento dove ogni porta e finestra è protetta da una grata di ferro. Invece, proprio mentre si era messo a letto già alle 21 di ieri sera (25 marzo) si è ritrovato in casa tre professionisti dello scasso ed è rimasto sotto la loro minaccia fino a circa le 22, quando, approfittando di un momento di distrazione dei balordi impegnati a ripulirgli di denaro e preziosi la camera da letto al piano superiore, è fuggito aprendo il cancello del vialetto di casa e infilandosi in casa della vicina.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter