Menu
RSS

Traffico illegale di farmaci, l'inchiesta tocca Lucca

  • Pubblicato in Cronaca

carabinieriradioBlitz dei carabinieri questa mattina (9 aprile) in varie città italiane per stroncare una truffa sui farmaci tra l'Italia e l'Africa. Tredici persone sono state arrestate con l'accusa di aver dato vita al traffico illegale.
L'operazione, scattata nelle prime ore della mattinata nell'ambito di un procedimento penale coordinato dalla procura di Milano, è stata condotta dai carabinieri del Nas di Milano nelle province di Milano, Monza Brianza, Roma, Napoli e Lucca, dove sono state effettuate alcune perquisizioni. In città sono state eseguite acquisizioni documentali, nell'ambito delle indagini sul giro di farmaci che aveva come fulcro una attività nel capoluogo della regione lombarda.

Leggi tutto...

'Ndrangheta, arresti e sequestri per riciclaggio

  • Pubblicato in Cronaca

guardia di finanza 117 H130219193307 U1901837935375oOI 590x288Sono 14 le persone colpite da ordinanza di custodia cautelare in carcere (11) o domiciliare (3) emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Firenze su richiesta della direzione distrettuale antimafia, ritenuti responsabili a vario titolo dei reati di associazione per delinquere, estorsione, sequestro di persona, usura, riciclaggio ed autoriciclaggio, abusiva attività finanziaria, utilizzo o emissione di fatture per operazioni false, trasferimento fraudolento di valori, aggravati del metodo mafioso. Gli uomini dei comandi provinciali dei carabinieri e della Guardia di Finanza di Firenze hanno eseguito anche sequestri di imprese, beni immobili e disponibilità finanziarie, in Italia ed all’estero. Contemporaneamente, su ordine della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, sono sono stati eseguiti ulteriori provvedimenti restrittivi e di sequestro per diverse condotte illecite, tra le quali l’associazione mafiosa.
Per l’inchiesta di Reggio Calabria il fermo ha colpito 27 persone complessivamente. 

Leggi tutto...

Riciclaggio, nei guai 2 imprenditori: maxi sequestro

  • Pubblicato in Cronaca

finanzaRiciclaggio e autoriciclaggio, due imprenditori lucchesi nei guai. L'operazione della Guardia di Finanza Monopoly ha portato al sequestro preventivo di denaro e beni mobili e immobili per oltre 3,7 milioni di euro, sulla base di un decreto emesso dal giudice per le indagini preliminari di Lucca. Si tratta di padre e figlio che operavano con un azienda di materie plastiche della Piana di Lucca, già in passato finiti nel mirino delle fiamme gialle e della procura. Il sequestro infatti sarebbe scattato a seguito delle indagini sul fallimento dell'azienda avvenuto tra il 2013 e il 2014. Secondo la finanza e gli inquirenti, infatti, come nel gioco del Monopoli i due imprenditori attraverso un “percorso” costituito ad hoc per eludere ogni tipo di controllo, avrebbero utilizzato i soldi distratti illegalmente dal fallimento della propria azienda per acquisire prestigiose proprietà immobiliari. Ma le numerose operazioni finanziarie e speculative avrebbero consentito ai due imprenditori di creare un vero e proprio impero economico, derivante dalla sottrazione dalle casse aziendali di denaro per oltre 5 milioni di euro. Le fiamme gialle negli ultimi giorni di indagine hanno addirittura fermato un'operazione messa in atto dai due, che prevedeva il trasferimento di 2 milioni e 250 mila euro sul conto di una banca nel Principato di Monaco, soldi chem per quanto ricostruito dagli inquirenti, erano stati sottratti dai capitali dell'azienda.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter