Menu
RSS

Ferisce il figlio dopo una lite: arrestato 41enne

poliziacittaUna lite violenta in famiglia ha portato all'arresto di un 41enne di origine rumena residente a Bicchio. Le manette sono scattata per le lesioni provocate dall'uomo al figlio, intervenuto a sedare l'ira del genitore nei confronti della madre. Tutto è partito intorno all'una di notte quando è arrivata al 113 la chiamata di soccorso da parte di un uomo che riferiva di trovarsi in via Libeccio, località Bicchio, di aver avuto una violenta lite e di essere stato ferito al volto. Su posto interveniva una volante del Commissariato di Viareggio che trovava l'uomo ancora in strada con il volto tumefatto e insanguinato. L'uomo ha riferito che, poco prima, mentre si trovava nella roulotte con i genitori, il padre, per futili motivi, iniziava a litigare con la madre. La lite degenera, il capo famiglia impugna un grosso coltello da cucina minacciando di morte la donna, a questo punto il giovane deve intervenire in difesa della madre. Si sovrappone fra i due ma il padre gli si scaglia contro con inaudita violenza, gli ferra un fendente al volto, lo prende a pugni, calci e lo schiaffeggia finché non riesce a divincolarsi e scappare in strada per chiamare il 113. I poliziotti, nella roulotte hanno trovato l'uomo con ancora in mano il coltello sporco di sanguem lo hanno disarmato e arrestato senza che opponesse resistenza. Si tratta di un 41enne già conosciuto per reati di furto e ricettazione, che sarà oggi processato per direttissima per lesioni. Il figlio è stato dimesso dall'ospedale Versilia con una prognosi di 7 giorni.

Leggi tutto...

I banditi fanno ostaggi in banca, maxi colpo alla Cariparma

cariparma5Sono entrati in banca poco prima dell'orario di chiusura a volto scoperto, fingendosi clienti. Poi uno di loro ha tirato fuori un trincetto e ha minacciato con il complice il direttore e i dipendenti – in tutto dodici persone – chiudendoli nella sala riunioni della filiale della Cassa di Risparmio di Parma di viale San Concordio. I due, senza mostrare alcun segno di fretta e senza far trasparire tensione, hanno atteso l'arrivo del terzo uomo, l'unico ad aver invece agito con il volto mascherato da una calzamaglia. E' stato a quel punto che hanno costretto un cassiere a chiudere il gabbiotto, facendosi mostrare la cassaforte da cui hanno portato via un bottino - ancora da quantificare con precisione -, che oscilla tra gli 80 e i 110mila euro. E' accaduto attorno alle 15,40 di oggi (9 aprile) ma soltanto poco prima delle 17 dalla banca sono riusciti a dare l'allarme, quando i malviventi si sono fatti riaprire il gabbiotto all'ingresso per uscire senza dare troppo nell'occhio. La polizia dà ora la caccia ai tre banditi, che potrebbero aver agito con l'aiuto di un palo che si trovava all'esterno e con il quale, probabilmente, si sono dileguati a bordo di un'auto.

Leggi tutto...

Beat (re)generation, ad Artè uno spettacolo di beneficenza

Venerdì (10 aprile) alle 20 ad Arté andrà in scena lo spettacolo sotto forma di concept-show 'Beat (re) Generation - Ma che colpa abbiamo noi promosso dal Lions Club Lucca Le Mura in collaborazione con il Comune, l'azienda Usl 2 e associazioni locali. Uno spettacolo benefico che ha come obiettivo la raccolta di fondi per il Centro di attività diurne psico-riabilitative di Carraia gestito dalla cooperativa La mano amica per conto dell'azienda Usl 2 di Lucca.

Leggi tutto...

Bolletta astronomica per il gas ma aveva cambiato fornitore

bollettagasIl mercato dell'energia e del gas continua a rappresentare uno dei maggiori ambiti di intervento della Federconsumatori di Lucca e - anche in questo primo trimestre dell'anno - più di una pratica su quattro riguarda questo settore. Tra i casi più ricorrenti ci sono anche le problematiche relative agli importi fatturati dalle società di vendita, che spesso lievitano, toccando cifre ingiustificate e non assolutamente in linea con i consumi effettivi degli utenti. Emblematico il caso di un utente che si è visto recapitare dalla società di fornitura di gas una fattura di 3.384 euro: l'importo richiesto, era stato calcolato sulla base di una lettura stimata pari a 24262 metri cubi.

Leggi tutto...

Delitto di San Filippo, il killer resta in cella

omicidiosfilippoMassimo Donatini resta in carcere. Così ha deciso il gip Riccardo Nerucci al termine dell'interrogatorio di garanzia e dell'udienza di convalida nei confronti dell'omicida del suo caporeparto, Francesco Sodini, 51 anni, ucciso con 13 colpi di pistola martedì mattina (7 aprile) in piazza Salvo D'Acquisto a San Filippo mentre stava raggiungendo l'auto nel parcheggio per recarsi a lavoro alla Lucart (Articolo e foto). Il caldaista 43enne di Camigliano, difeso dall'avvocato Ornella Da Tofori, che si era costituito dopo una mezz'ora dal delitto resterà nella sua cella del San Giorgio, dove si trova in regime di isolamento e guardato a visto, almeno per il momento.

Leggi tutto...

Grave anziana finita in auto contro un muro

ambulanza-barella 15E' ricoverata in prognosi riservata all'ospedale San Luca un'anziana che era rimasta gravemente ferita in un incidente avvenuto durante la giornata di Pasqua. Si tratta di Maria Gina Sabatini, 77 anni, residente a Tempegnano. La pensionata, secondo una prima ricostruzione, era a bordo di un'auto che a San Pietro a Vico è andata a schiantarsi, per cause ancora in corso di accertamento, contro un muro. Secondo i primi accertamenti svolti dalla polizia stradale non sarebbero coinvolti altri veicoli ma le indagini per ricostruire la dinamica sono ancora in corso.

Leggi tutto...

Inaugurano i restauri alla Casa museo del Pascoli

altana1Sarà presente anche il ministro Stefania Giannini alla presentazione dei lavori di restauro della Casa Museo di Giovanni Pascoli a Castelvecchio. L'evento è in programma il prossimo 11 aprile. La giornata comincerà alle 10,30 con l'inaugurazione dei restauro e una visita con il ministro e le autorità locali, in primis il sindaco di Barga, Marco Bonini. Alle 12 nella sala consiliare del Comune di Barga ci sarà invece il saluto delle autorità.
Invitate alla presentazione dell'importante recupero tutte le realtà istituzionali locali a partire dai sindaci della Valle del Serchio, autorità militari provinciali e di zona, amministratori provinciali e regionali. Quello che si potrà ammirare a Casa Pascoli è un'opera di grande impatto che sicuramente incrementa le potenzialità di questo già fondamentale Museo a livello nazionale. La realizzazione di un progetto nato in occasione del centenario pascoliano e finanziato da Arcus, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e Regione Toscana, che ha visto in questi anni l'adeguamento antisismico, impiantistico e di recupero di quella che fu la dimora di Giovanni Pascoli e della sorella Mariù. "Un momento di grande soddisfazione per la nostra Comunità – spiega il sindaco di Barga, Marco Bonini – che vede realizzato un altro importante traguardo". Obiettivo condiviso anche dal direttore generale di Arcus, Ettore Pietrabissa: "Il progetto di recupero e restauro di Casa Pascoli finanziato da Arcus per 700mila euro – spiega Pietrabissa - ha consentito la realizzazione di un nuovo percorso museale che offre al visitatore la piena comprensione della complessità umana, intellettuale ed artistica del Poeta, rafforzando il ruolo della provincia di Lucca nel circuito del turismo culturale”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter