Menu
RSS

Pioggia e vento, un lunedì da allerta rossa

Vertice Prociv 10.12.17 1Diventa rossa l'allerta meteo per l'alta Toscana. E i comuni della provincia di Lucca decidono di chiudere per la giornata di domani (11 dicembre) le scuole di ogni ordine e grado. Questa la decisione presa dopo una riunione a Palazzo Ducale, dove è stato aperto il centro di protezione civile. In via di apertura anche tutti i centri Prociv comunali e intercomunali per gestire l'allerta.
La decisione è stata presa collegialmente, dal vertice fra enti locali, istituzioni e forze dell'ordine a seguito dell'allerta meteo di livello rosso emanata a fine mattinata dalla Regione Toscana per rischio idrogeologico e idraulico per il reticolo principale, per il reticolo minore dalla mezzanotte di oggi (domenica) alle 24 di domani (11 dicembre).

La chiusura degli istituti scolastici – per la quale i sindaci dei singoli comuni della provincia emaneranno apposite ordinanze – è la più importante delle misure preventive decise nella riunione in Provincia, coordinata dal presidente dell'amministrazione provinciale Luca Menesini, insieme con la p efettura, a cui hanno preso parte i sindaci del territorio, i rappresentanti delle forze dell'ordine e degli altri soggetti coinvolti dall'allerta meteo.
Da stasera sarà aperta la Sala operativa provinciale integrata di protezione civile di Palazzo Ducale, così come i Comuni provvederanno ad aprire i rispettivi Coc (Centri operativi comunali) e le Unioni dei Comuni attiveranno i propri Centri Intercomunali che si raccorderanno per le eventuali emergenze e criticità con la sala provinciale.
Gli uffici regionali del genio civile ed i consorzi di bonifica responsabili del reticolo idraulico sono allertati come le aziende gestori dei pubblici servizi, le associazioni di volontariato e tutti gli altri soggetti coinvolti nelle emergenze di protezione civile.
In virtù dell'allerta di livello rosso sono stati attivati i sistemi di allertamento che ogni Comune dispone per informare i cittadini. Il livello del fiume Serchio al momento non desta preoccupazioni, ma i notevoli cumulati di pioggia previsti stasera e nella nottata (soprattutto in Garfagnana) fanno pensare ad un innalzamento progressivo della portata del fiume nella giornata di domani ed anche di martedì. Per ogni ulteriore informazione e per gli aggiornamenti della situazione: www.cfr.toscana.it e www.regione.toscana.it/allertameteo, www.provincia.lucca.it/protezionecivile.
Dalla Provinci adi raccomanda alla cittadinanza la massima attenzione e si invitano i cittadini a seguire le norme di comportamento consultabili anche sul sito www.iononrischio.it , oltre alle indicazioni che le autorità forniranno in relazione all’evoluzione dell’evento.

L'allerta dalla Regione
La sala operativa unificata della protezione civile regionale ha emesso poco dopo le una di oggi un nuovo avviso di criticità, valido fino a mezzanotte di domani (11 dicembre). Le aree dove il codice è più alto sono la Lunigiana, le Apuane, la Garfagnana, la valle del Reno fino alla costa e la Versilia. il Valdarno inferiore tra Lucca e Pistoia e il bacin o dell'Ombrone Pistoiese e del Bisenzio pratese.
L'allerta è stata decisa a seguito dell'ultimo bollettino meteo, che prevede un deciso rinforzo dei venti e piogge diffuse e persistenti a partire da domenica pomeriggio, con innalzamento del rischio idrogeologico.
I fenomeni saranno più accentuati a ridosso di montagne e colline. Da mezzogiorno fino a mezzanotte di oggi sul nord-ovest sono attesi cumulati medi abbondanti con massimi puntuali molto elevati sui rilievi esposti al flusso, con intensità orarie generalmente moderate o a tratti forti. Nel corso della giornata di lunedì le precipitazioni tenderanno a isolarsi sui rilievi risultando comunque ancora persistenti e a tratti moderate su quelli settentrionali, con cumulati attesi nel corso della giornata medi abbondanti su Lunigiana e Garfagnana, tra significativi ed abbondanti sulle Apuane e le restanti zone dell'Appenino settentrionale e massimi ancora fino a molto elevati sui rilievi di Lunigiana e Garfagnana e intensità oraria generalmente moderata.
Gradualmente, tra la domenica e il lunedì, si rinforzeranno i venti meridionali, con raffiche molto forti all'inizio sui crinali appenninici e sottovento ad essi e poi, dal tardo pomeriggio di oggi e lunedì anche sulle zone costiere e interne. Il mare, da molto mosso di oggi diventerà agitato in serata. Il moto ondoso si intensificherà, fino a molto mosso, dalle prime ore di lunedì.
Nello specifico l'allerta rossa è indicata dal Centro funzionale della Regione per il reticolo idraulico principaleper le zone S1, S2, S3 del nostro territorio corrispondenti al bacino del Serchio, Garfagnana e Lima, al bacino del Serchio di Lucca, e alla zona del Serchio-costa; mentre per il reticolo idraulico minore il periodo di allerta rosso riguarda tutto il territorio provinciale (comprese quindi l'area della Piana di Lucca e la costa versiliese), con gli stessi orari: ossia dalla mezzanotte di oggi alle 24 di domani.

I provvedimenti dei Comuni
Dalla mezzanotte di oggi sarà aperto il Centro Operativo Comunale della Protezione Civile di Lucca. Per informazioni i cittadini potranno contattare il numero 0583.409061.
A Viareggio vista l’allerta massima, la polizia municipale coprirà eccezionalmente anche il turno notturno 1,30-6,30. Alle 17 prima riunione dei volontari in Comune e dalle 18 sarà aperto il Centro operativo comunale Coc al comando della polizia municipale. In caso di necessità si può chiamare i numeri d'emergenza oppure il centralino della Polizia municipale: 0584.46543. Sea Risorse informa che la raccolta dell’organico prevista in nottata per le zone Centro-Mare e Passeggiata avverrà nella mattinata di domattina (11 dicembre). Saranno possibili disservizi in tutta la città, vista l’ondata di maltempo che sta colpendo la provincia.
A Capannori, durante l'allerta, per qualsiasi esigenza è possibile contattare la sala operativa di protezione civile alla polizia municipale al numero 0583.429060.
Chiuse domani (11 dicembre) le scuole di Borgo a Mozzano. Ad annunciarlo il sindaco Patrizio Andreuccetti: "In virtù di una allerta così preoccupante - ha detto il sindaco - mai verificatasi negli ultimi tempi sul nostro territorio, domani saranno chiuse tutte le scuole del comune, di ogni ordine e grado, compreso l'Itis Ferrari".
Anche Camaiore ha deciso per la chiusura delle scuole. Il provvedimento si estende agli utilizzi di pertinenze e palestre fuori dagli orari scolastici, al palazzetto dello sport, alla piscina comunale e tutti gli impianti sportivi comunali. Se non vi saranno nuove comunicazioni, le scuole riapriranno regolarmente martedì 12 dicembre.
Intorno alle 17 poi la decisione: le scuole di ogni ordine e grado della provincia resteranno chiuse per tutta la giornata di lunedì (11 dicembre).
Il Comune di Porcari annuncia, per ogni necessità che si può chiamare i numeri 0583.298587 (centralino Croce Verde Porcari) e 333.4035915 (reperibilità h24 Comune di Porcari).. Domani rimarranno chiusi anche l'asilo nido di via Boccaione e il centro anziani di Rughi. Sui fossi comunali sono presenti una quindicina di volontari della Protezione civile e sono stati già distribuiti a scopo precauzionale una cinquantina di sacchi di sabbia.
L’amministrazione comunale di Altopascio sta diramando in queste ore una serie di informazioni utili quali: tenere i cellulari carichi, spostare gli autoveicoli in zone sicure, evitare spostamenti, se non quelli strettamente necessari, tenere torce a disposizione. Per qualsiasi necessità o informazione: polizia municipale ‭335.8030440‬ e Comune di Altopascio 339.3042131.
A Barga il Comune invita a non utilizzare i sottopassi sia veicolari che pedonali e a non soggiornare nei piani bassi di abitazioni poste vicino ai corsi d'acqua o già interessate da allagamenti. Per qualsiasi informazione o comunicazione il Coc (centro operativo comunale) è raggiungibile al numero telefonico 0583.711011. Il centro operativo rimarrà ininterrottamente aperto per tutta la durata dell'emergenza e vi si troveranno amministratori, personale tecnico e di polizia municipale. Aperto anche il Coc di Coreglia che si uò contattare al numero 0583.779516 o al numero 0583.779182.
A Forte dei Marmi il sindaco Murzi ha predisposto l'apertura del Coc (centro operativo comunale) che già dalle 16,30 in Comune e vede la presenza oltre ai tecnici e operai del Comune, della polizia municipale, delle associazioni della Croce Verde e della Misericordia. Il Coc sarà aperto fino alle 20 di domani salvo miglioramento delle condizioni metereologiche. In caso di necessità è possibile chiamare i numeri d'emergenza, Coc 0584.280216, Comando polizia municipale 0584.811454.
Per informazioni più dettagliate sui rischi e le norme di comportamento da tenere in occasione di tali fenomeni è possibile consultare la pagina sulle allerte meteo.

Ultima modifica ilLunedì, 11 Dicembre 2017 10:50

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter