Menu
RSS

Imprenditore minacciato con pistola, 2 a giudizio

  • Pubblicato in Cronaca

Tribunale LuccaMinacciarono con una pistola un imprenditore lucchese per farsi consegnare il denaro versato da loro stessi qualche giorno prima per acquistare le quote di una società. Uno dei due indagati per quell'episodio sarà giudicato con la formula del rito abbreviato con l'accusa di estorsione aggravata mentre l’altro ha scelto il rito ordinario. Ancora da identificare, invece, altri due complici che per l'accusa presero parte al raid violento. Secondo gli inquirenti i due avrebbero minacciato con una pistola, dopo averlo anche aggredito e picchiato, l'imprenditore lucchese, per cercare di farsi restituire due assegni da 19mila euro circa con i quali giorni prima avevano acquistato alcune quote di una società d’affari con sede all’estero.

Leggi tutto...

Aggressione in piazza, si indaga su matrice politica

  • Pubblicato in Cronaca

di Roberto Salotti
polizianottelUna violenza di matrice politica che potrebbe essere stata accesa da ruggini legate al calcio. Potrebbe essere questo, secondo gli inquirenti, il retroterra in cui si è sviluppata l'aggressione a tre giovani attivi negli ambienti dell'antifascismo cittadino, da parte di un gruppo di coetanei, alcuni dei quali, per contro, vicini agli ambienti dell'estrema destra (Leggi). Un quadro non più ipotetico, ma confermato oggi (7 maggio) dalle dichiarazioni rese in una denuncia presentata negli uffici della questura. Uno dei ventenni vittime dell'episodio avvenuto venerdì sera (4 maggio) nella centralissima piazza San Michele, ha trovato il coraggio, sostenuto dalla famiglia, di presentarsi in viale Cavour e raccontare tutto agli investigatori. E confermando che la lite è scaturita per via della neonata squadra di calcio popolare Trebesto, che si fonda su principi di autogestione e 'orizzontalità democratica', ripudiando ogni forma di razzismo e prevaricazione (Leggi). 

Leggi tutto...

Pestaggio in carcere, Sappe chiede incontro a prefetto

  • Pubblicato in Cronaca

carcereluccainternoPestaggio nel carcere di Lucca. E' successo ieri mattina (18 gennaio) intorno alle 9. A raccontarlo è Pasquale Salemme, segretario nazionale per la Toscana del Sappe: “Ieri mattina, intorno alle 9, un detenuto di origini nigeriane di 28 anni, arrestato il 17 gennaio per violazione legge stupefacenti, è stato pestato nelle scale della terza sezione da altri detenuti. L’uomo è stato ricoverato all'ospedale di Lucca per le varie ferite riportate nell'aggressione. Il carcere di Lucca si evidenzia ancora una volta per episodi di violenza: purtroppo, molti detenuti che ci assegnano hanno dei seri problemi psichiatrici. La polizia penitenziaria fa il massimo per garantire quanto stabilito dalla normativa vigente, ma molte volte mancano le unità per un controllo più attivo: i turni di otto ore e l'organico carente aggravano la situazione. Siamo sotto organico: i sottufficiali della polizia penitenziaria mancanti giornalmente vengono sostituiti dagli assistenti capo, costretti ad assumersi responsabilità consistenti. Oggi a malapena si riesce a garantire il turno su tre quadranti , e sono a rischio gli accordi sui diritti di tutto il personale di polizia penitenziaria: chiederemo incontro al prefetto di Lucca”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter