Menu
RSS

Con Extra Lucca l'eccellenza dell'olio a Palazzo Ducale

IMG 8436Cinquanta produttori di olio, quindici artigiani, laboratori con chef stellati e degustazioni: sono i connotati principali della sesta edizione di Extra Lucca, in programma il 17 e 18 febbraio a Palazzo Ducale (ingresso libero dalle 10 alle 19).
In corso Garibaldi, nell’abitazione del maestro d’olio Fausto Borella, deus ex machina di quella che sta sempre più diventando una manifestazione cult del settore, intervengono così in molti, dal sindaco Tambellini agli assessori Bove e Mercanti, passando per il mondo della fondazioni bancarie, fino ad Anteprima vini, per parlare di un “miracolo” fatto in casa.
Sì perché, come recita lo slogan 2018, L’olio è una cosa seria. Tanto seria, appunto, da aver già messo via 500 camere prenotate nel weekend, anche se l’obiettivo dichiarato è di arrivare a coprirne il doppio. Un indotto non indifferente, in un periodo di bassissima stagione, nel segno di un appuntamento che fa della qualità - quella autentica - la sua cartina di tornasole.

“Siamo davvero sulla strada giusta - spiega il padrone di casa, Fausto Borella, in apertura - perché queste 55 aziende, unite a 15 artigiani del gusto, rappresentano un pubblico molto importante. Quest’anno siamo anche gemellati con Anteprima vini della costa toscana, un connubio che funziona. In città, per prendere parte all’evento, sono già state prenotate 500 camere, ma vogliamo continuare ad allargarci, arrivando a 1000”. Borella, sorriso largo e modi affabili, emana passione vera mentre parla di oli importanti (da 15 euro ogni mezzo litro, ndr) ed illustra la nuova guida Terre d’olio 2017: “Tra tre giorni - ricorda - usciamo con 8mila copie del libro in tutto il Paese: invadiamo supermercati, aeroporti, autogrill. Siamo l’unica guida che esce a febbraio e racconta le 160 aziende di eccellenza, insieme al territorio. Io la chiamerei una piccola Michelin dell’olio. Il futuro di Extra Lucca (sorride al sindaco, ndr)? Spero che si possa inventare qualcosa di ancora più grande, insieme”.
La manifestazione si aprirà sabato (17 febbraio) alle 10,30, in sala Ademollo, con il popolare Giorgione di Gambero Rosso channel pronto ad insegnare i segreti per fare la tartare di carne: per l’occasione presenterà anche il suo libro Giorgione orto & cucina 3. Si prosegue alle 12 con le esperienze di gusto suggerite dallo chef stellato Gianfranco Pascucci, vincitore del miglior ristorante di pesce per l’Espresso 2018: a lui il compito di insegnare i segreti del pesce crudo. Pascucci presenterà inoltre il suo volume Com’è profondo il mare.
L’esperienza a stretto contatto con il gusto continua alle 15, in sala Ademollo, con il pizzaiolo gourmet Gennaro Nasti, arrivato direttamente da Parigi per svelare i segreti della pizza mediterranea. La giornata del 17 febbraio si chiuderà alle 17 (sempre in sala Ademollo), con Faby Scarica, vincitrice di Top Chef Italia: racconterà la sua cucina italiana attraverso la preparazione di un piatto e di un dolce con l’olio come protagonista.
La seconda giornata si aprirà alle 12 con una degustazione di champagne; Samuel Cogliati presenterà i suoi libri Champagne l’immaginario e il reale e Champagne vignaioli e vini (evento su prenotazione, al costo di 25 euro). Dalle 15, poi, ecco una degustazione di olio guidata da Fausto Borella, presidente dell’accademia Maestro d’Olio, insieme all’esperta di olio Fiammetta Nizzi Grifi ed a Sonia Donati (slow food Toscana). Insieme accompagneranno il pubblico in una degustazione al buio di 15 gradi con oli Evo: attese 100 persone per 1500 bicchieri in totale (evento su prenotazione a 30 euro).
“Studieremo una formula che possa dare alla manifestazione il respiro che merita - spiega Tambellini - anche perché siamo molto contenti di Extra Lucca. L’olio appartiene al nostro paesaggio ed alla nostra tradizione. Insieme, parleremo della possibilità di prolungare l’evento, per arrivare al lunedì ed al martedì. Grazie a Borella l’olio è tornato un prodotto possibile nelle nostre zone: se rimaniamo su un prodotto di altissima qualità rendiamo remunerativa anche questa coltivazione. Con l’olio aggiungiamo un elemento caratterizzante alla nostra gastronomia. E’ uno dei motivi che guida la scelta del nostro Paese da parte del turismo. Tutto questo è avvenuto grazie alla passione di Borella".
Quest’anno Extra Lucca ha sancito anche un gemellaggio con la scuola Made: 15 studenti saranno a disposizione per fare un’esperienza sul campo, come ricorda Icilio Disperati. Poi c’è il sodalizio con Anteprima vini della costa, che avrà uno spazio tutto suo: due eccellenze dei nostri territori si ritroveranno così a braccetto.
Questo però non basta ancora a Borella, deciso a far intraprendere un percorso di svolta culturale, partendo dalla formazione dei più giovani: “Andremo in più di 30 scuole elementari nella provincia di Lucca - osserva - per far assaggiare una crema di nocciole vera che costa 5 euro in più di quelle vendute nei supermercati. Poi faremo assaggiare un olio da primo prezzo ed uno delle 160 aziende che hanno aderito. I giovani devono riuscire a riconoscere le diversità, per diventare critici e per mangiare e bere cose di qualità. Questa è una missione importante, anche per la salute delle nuove generazioni”.
Extra Lucca riscuote anche il plauso di Giuseppe Bartelloni, intervenuto per la Fondazione Bml: “Vogliamo aiutare a consolidare un’avventura che sta funzionando”, le sue parole, mentre Vittorio Armani (ex presidente dell’associazione degli industriali) si sofferma sul dato delle prenotazioni: “Avere 500 camere già prenotate significa andare controtendenza in un momento stagionale che sappiamo essere difficile”. Anche il presidente della Camera di commercio, Giorgio Bartoli ha deciso di dare una mano intervenendo stavolta nelle vesti di imprenditore: sarà la sua cartiera, infatti, a mettere a disposizione degli utenti una serie di speciali piattini antimacchia, utilizzabili anche in microonde.
La manifestazione, che gode del patrocinio dei Comuni di Lucca e di Capannori, di Camera di Commercio e Confcommercio, verrà inoltre sponsorizzata sui media partner nazionali Alice e Marcopolo tv.
Gli assessori Mercanti e Bove, dal canto loro, guardano all’iniziativa come ad un “evento che serve per sensibilizzare i consumatori, in un’epoca in cui si corre per comprare il prodotto meno costoso sui banchi dei supermercati. Il nostro territorio, invece - concordano - dovrebbe concentrarsi maggiormente sulla valorizzazione delle sue risorse di qualità”.
Dal 10 al 19 febbraio, inoltre, Extra Lucca è abbinato a dieci ristoranti dell’olio: i consumatori, recandosi in uno di essi (lista completa sul sito di Extra Lucca), potranno assaggiare gli oli pregiati dei 160 produttori aderenti alla guida Terre d’olio.
Non meno importanti, infine, le novità correlate alla premiazione - con le corone Maestro d’olio - che avverrà venerdì (16 febbraio) in san Girolamo: i vincitori riceveranno una mini scultura fatta direttamente dall’artista aretino Andrea Roggi (che ha uno show-room a Pietrasanta). Si tratta di un ulivo che, al contempo, rappresenta un albero della vita, con due figure intrecciate che affondano le loro radici nella terra. Tra i premi si segnala, in particolare, quello alla memoria di Sauro Brunicardi: andrà al ristorante Gli orti di via Elisa.

Paolo Lazzari

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter