Menu
RSS

Stephen Frears sul red carpet del Lucca Film Festival

stephen frears copertina 1Sarà il regista Stephen Frears la star internazionale sul red carpet del Lucca Film Festival e Europa Cinema domani (13 aprile) alle 20,30, in occasione della consegna del premio alla carriera al cinema Astra e dell’omaggio cinematografico che il festival gli ha dedicato. Il regista britannico, due volte candidato all’Oscar, ritirerà il premio alla carriera e introdurrà, insieme al giornalista e critico cinematografico di Bad Taste Francesco Alò, la proiezione di Le relazioni pericolose (UK 1988) film con un cast stellare che gli valse l’ambita statuetta per la miglior regia.
Questo il programma della giornata di venerdì.


Al Cinema Centrale alle 15 la sesta giornata della kermesse cinematografica con il concorso internazionale di cortometraggi. Si prosegue con Driver (Israele, 2017), in programma nel concorso internazionale di lungometraggi per le 17, sulla storia di un emarginato che sfrutta a suo favore le sfortune dei più bisognosi, sullo sfondo la comunità ebraica ultraortodossa. A seguire il documentario Fotbal Infinit (Romania, 2018), presentato alla Berlinale 2018, su Laurentiu Ginghina eccentrico allenatore di calcio che vuole riformare le regole di questo sport.
All'auditorium Vincenzo da Massa Carrara il primo appuntamento è quello con la sezione Education dedicata agli alunni delle scuole. Alle 10 sarà proiettato il documentario Non parliamo di questa guerra (Italia, 2017) che pone sotto i riflettori un aspetto della prima guerra mondiale spesso dimenticato: le punizioni che l’Italia inflisse ai propri soldati disertori. Al termine della proiezione è prevista una conversazione con il regista Fredo Villa. Le proiezioni riprenderanno nel primo pomeriggio alle 15 con il documentario Restare Vivi: un metodo (Usa, 2016) di Wanted Cinema in cui Iggy Pop rilegge intensamente le parole e dialoga con lo scrittore Michel Houellebecq. A seguire una selezione di videoclip firmati da Anton Corbijn, che è stato ospite del festival martedì scorso, e il suo documentario Depeche Mode (UK, 2013). Alle 21 Nico, 1988 (Italia e Belgio, 2017) film, pluripremiato ai premi David di Donatello 2018, che racconta la seconda vita della cantante Christa Päffgen, in arte Nico, musa di Andy Warhol, dopo la fine dei Velvet Underground.
All'auditorium della Fondazione Bml in programma alle 10 la proiezione di Robert Doisneau: la lente delle meraviglie (Francia, 2016) di Wanted Cinema in collaborazione con il Museo della grafica di Pisa. Ritratto di uno dei più grandi fotografi del XX secolo, grazie a un ricco archivio di immagini inedite, interviste ai suoi amici, “complici” e rarissimi video di repertorio.
Al Centrale di Viareggio secondo appuntamento per il Lucca Film Festival e Europa Cinema. Dalle 15 saranno proiettati i cortometraggi selezionati all’interno del concorso internazionale dei cortometraggi.
Ingresso: 35 euro abbonamento completo, 30 euro abbonamento ridotto, 12 euro abbonamento giornaliero, 10 euro giornaliero ridotto, 7 euro evento singolo, 5 euro ridotto evento singolo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter