Menu
RSS

Puccini Museum, crescono visitatori e attività

Schermata 2018 10 10 a 15.46.07Puccini Museum: salgono il numero dei visitatori ed i ricavi commerciali, ma il bookshop registra una leggera flessione negli incassi. In generale, il turismo estivo è quello che spende di meno: l’attività commerciale registra numeri importanti da settembre a maggio, per poi calare. I dati che riguardano l’ente culturale incentrato sulla figura del maestro - fotografati dal 1 gennaio al 31 agosto scorsi - raccontano dunque una realtà che sa tenere la barra dritta nei settori più difficili e che cresce ove possibile. In attesa, certamente, della sentenza che dovrà risolvere una volta per tutte il contenzioso aperto con la Casa musicale Ricordi: se l’esito sui diritti d’autore richiesti dalla Fondazione Puccini dovesse essere positivo, si sbloccherebbero infatti risorse per 1 milione ed 870 mila euro. Un “attacco” - così viene definito dal direttore Massimo Marsili e dal sindaco Alessandro Tambellini - che ha provocato un impoverimento patrimoniale fin da quando è stato scagliato (nell’estate 2015, ndr) e che, adesso, si spera possa essere rispedito al mittente dai giudici, che dovrebbero esprimersi nell’arco dei prossimi 7-8 mesi. Al tavolo, insieme ai vertici della Fondazione Puccini, siedono anche Luigi Viani ed Ilaria Del Bianco.

Numeri confortanti, si diceva, in ordine alle visite alla casa natale: nei primi 8 mesi del 2018 sono state complessivamente 29549, vale a dire 2140 ingressi in più rispetto allo stesso periodo del 2017 (furono 27409) per un incremento del 7,81% (che diventa addirittura del 34,33% rispetto al 2015). Altri dati: la maggior parte dei visitatori è di nazionalità straniera (il 62%), mentre il 38% è il numero che racchiude gli avventori italiani. I visitatori britannici sono circa l’11% del totale, seguiti a pari merito da statunitensi e poi, in fila, da tedeschi, austriaci, francesi, spagnoli e paesi asiatici.
Gli incassi scaturenti dalla vendita dei biglietti della casa natale hanno registrato un incremento del 7,22% rispetto al solito periodo del 2017, che a sua volta vantava un incremento del 7,34% nei riguardi del 2016.
Sostanziale tenuta per il bookshop, che chiude con un meno 0,75% rispetto ad un anno fa (quando era stato prodotto un incremento del 18,87% rispetto al 2016).
L’incremento dei visitatori ha prodotto maggiori ricavi commerciali complessivi: in questo senso, si parla infatti di un incremento dell’1,3% sul 2017, del 13,1% sul 2016 e del 27,8% sul 2015.
“Parliamo - analizza la situazione Marsili - di un andamento assolutamente positivo, anche i forza della nostra capacità espansiva. Le stime ci dicono che, entro fine anno, circa 38mila persone dovrebbero aver visitato il museo. Anche il bookshop tiene: l’importante era non retrocedere. In generale, registriamo una capacità di spesa superiore da parte del turismo non estivo: dobbiamo lavorare per avvicinare sempre di più visitatori di qualità”.
Per il sindaco “è necessario focalizzarsi sulla qualità e sulla territorialità dell’offerta. In questo senso, vogliamo cercare di aprirci sempre di più al turismo congressuale e fare in modo che il bookshop sia sempre la parte conclusiva della visita. Anche la casa di Viareggio potrà essere sempre più utile, a patto che si riesca a farla vivere tutto l’anno. Il contenzioso con Ricordi - osserva - è per noi particolarmente doloroso. Speriamo che la situazioni si sblocchi in fretta, anche perché i diritti d’autore sulle opere del Maestro scadranno nel 2024”. Poi, sulle due recenti visite in Cina: “Là abbiamo trovato un Paese con una grande voglia di aprirsi alla cultura del mondo occidentale, grandi strutture e numeri enormi di soggetti potenzialmente interessati. In Cina hanno già quel sistema che vorremmo creare a Lucca: un teatro che vive ogni giorno ed uno della tradizione. Nel primo incontro Lucca era l’unica esponente italiana: siamo sempre stati invitati. Anche se piccoli rispetto al mondo, veniamo tenuti in grande considerazione”.
Sui viaggi cinesi torna anche Viani: “Non sono costati un euro - specifica - perché sono stati loro a volerci. Questi primi 8 mesi ci dicono che continuiamo ad essere molto appetibili sul mercato, specialmente quando riusciamo ad intercettare il turismo di fascia medio-alta. Ora si tratta di continuare a stringere rapporti con realtà internazionali: vorremmo collaborare stabilmente con 3-4 teatri nel mondo che producono opere pucciniane”. Per Del Bianco, inoltre, “i numeri molto positivi, uniti al crescente interesse degli studenti e ad un flusso turistico di qualità, consentono di promuovere al meglio Lucca, nel nome di Puccini”.
Un nome che resta fortissimo: si stima che nel mondo, ogni giorno dell’anno, vengano proposte 4 opere diverse del maestro lucchese. Puccini, infatti, viene rappresentato stabilmente in circa 157 città del globo, per un totale (per difetto) di 1472 recite annue.
Tornando al museo, cresce anche l’attività didattica: sono 1128 gli alunni e 112 i docenti di scuole lucchesi che hanno visitato la casa natale, mentre sono 141 i bambini e familiari che hanno partecipato ai laboratori didattici invernali. Sono poi 1784 e 192 gli studenti ed i docenti di scuole medie superiori italiani, inglesi e francesi.
Il 2018 ha inoltre visto la Fondazione Giacomo Puccini impegnata in molte attività, eventi e collaborazioni in Italia e nel mondo. Ricordiamo il 5 marzo la proiezione in anteprima nazionale del documentario Puccini by William Friedkin; la missione a Nagasaki presso le istituzioni cittadini e le associazioni musicali della città; la presenza a Brescia ad aprile all’evento Il Giappone nel chiostro al Museo Diocesano di Brescia; la presenza a Sansepolcro in occasione delle celebrazioni della presenza di Giacomo Puccini nella città aretina; l’adesione all’evento nazionale Amico museo con la visita notturna alla Casa natale. Agosto e settembre sono stati ricchi di appuntamenti: 4 agosto con la partecipazione alla Notte artusiana del cibo con visite guidate a tema; l’apertura notturna gratuita con visite guidate il 25 agosto in occasione della Notte bianca. Durante il mese di settembre, inoltre il Direttore della Fondazione Giacomo Puccini ha partecipato al meeting Icon Cities a Kassel. Il Presidente Alessandro Tambellini e il responsabile delle Relazioni Esterne Luigi Viani hanno partecipato a due eventi in Cina ed uno ad Hammelina, città natale del compositore Sibelius, per presentare le relazioni tra Lucca e il Maestro, nonché le attività della Fondazione Giacomo Puccini. Il 26 ottobre la Fondazione sarà presente con l’intervento del Direttore al convegno Icom Italia – sezione musei letterari e di musicisti – per un confronto sulla strategia di comunicazione social delle Case Natale di artisti.
Per tutta la durata della mostra Per sogni e per chimere – Giacomo Puccini e le arti visive, realizzata dalla Fondazione Ragghianti, la Fondazione Giacomo Puccini ha aperto al pubblico in via straordinaria la Villa di Viareggio del Maestro Giacomo Puccini per tutto il periodo estivo, fino al 22 settembre. In particolare la prima visita, del 26 maggio è stata organizzata con la collaborazione e il sostegno dell’Associazione Culturale Ville Borbone e Dimore Storiche della Versilia e ha visto la presenza di 209 persone. Le persone che hanno visitato complessivamente per tutto il periodo di apertura estiva la villa sono state 607 complessivamente che hanno donato complessivamente 1905 euro, fondi che saranno utilizzati per l’acquisizione di documenti pucciniani.
L’anno 2018 si conferma poi di grande interesse per la stampa nazionale ed internazionale, con giornalisti provenienti dalla Spagna, dalla Russia, dall’Olanda, Germania, dall’Austria, dalla Nuova Zelanda, dall’Australia, dalla Svezia, dalla Norvegia hanno visitato alla Casa Natale in occasione del Press trip organizzati dalle istituzioni cittadine.
Non sono mancati nemmeno gli ospiti illustri del mondo dello spettacolo: tra di essi, ecco Rupert Everett e Stephen Frears, grazie alla collaborazione con Lucca Film Festival, Uto Ughi, Brunello Cucinelli, Laura Morante grazie alla collaborazione con Lucca Classica Music Festival, e Carla Fracci grazie alla collaborazione con Dance Academy, Alessandra Martines.
E’ stata infine rinnovata la collaborazione con eventi quali il Lucca Film Festival, Lucca Classica Music Festival, con il progetto regionale Amico Museo 2018, con il Teatro del Giglio per la realizzazione delle Cartoline Pucciniane. Tra le collaborazioni si ricorda anche quella con l’evento Virtuoso & Belcanto 2018, il festival di musica da camera ideato da Riccardo Cecchetti, promosso e realizzato da Associazione Voces Intimae e Teatro del Giglio, e con l’evento europeo Una notte al Museo, con il Festival Puccini di Torre del Lago, con la Fondazione Ragghianti.
Sono sempre attive le collaborazioni con il Fai – Fondo ambiente italiano, con Touring Club Italiano, con Unicoop Firenze, con Aci – Automobil Club Italia, con Icom, con la Società Dante Alighieri, con il Museo Piaggio.

Paolo Lazzari

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter