Lucca in Diretta Notizie, Attualità e Politica di Lucca | Quotidiano on line

Giglio, nuova stagione con un occhio alle sperimentazioni

Vota questo articolo
(2 Voti)

20130801 122753Sarà una stagione di grande livello, con uno sforzo economico e produttivo importante, garantito anche dal sostegno del Comune di Lucca, delle fondazioni bancarie, dell'Unicoop e della Gesam Gas, quella 2013/2014 del Teatro del Giglio presentata proprio questa mattina (1 agosto) sul palcoscenico. Una presentazione davanti alla scenografia dell'Iliade del teatro del Carretto, una delle proposte di prosa della prossima stagione, in occasione del trentennale della compagnia lucchese. Questo anche se per parte del prossimo anno la struttura sarà resa inutilizzabile, indicativamente dal 10 di marzo, per lo svolgimento dei lavori del Piuss. Ad annunciarlo il presidente del cda Paolo Scacchiotti: “Sarà - dice - una stagione di livello, nonostante le scarse risorse e l'indisponibilità del teatro per parte del 2014”. Dopo una chiusura positiva, con 34.200 spettattori (si è partiti dai circa 29mila della stagione 2010/2011), si guarda al futuro. E' stato infatti avviato anche un rapporto con la Fondazione Toscana Spettacolo per entrare nel circuito regionale e riuscire a portare sul palco del Giglio spettacoli a condizioni economiche agevolate per l'Azienda speciale. I prezzi dei biglietti per la prossima stagione resteranno invariati, salvo gli abbonamenti per la lirica perché è in programma uno spettacolo in più (saranno 4 invece di 3).

“Ringrazio il consiglio d'amministrazione - ha aggiunto il sindaco Alessandro Tambellini - e gli sponsor che ci permettono di andare avanti con l'offerta teatrale e quindi culturale. Se uan civiltà cresce culturalmente, cresce la vita civile. La cultura è utile per la città e per chi la vive, se si tratta di una cultura diffusa e non elitaria. In questo senso è positiva la scenta di un teatro che entra sempre di più nella vita della città”.
Sul palco anche il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, avvocato Alberto Del Carlo, da sempre impegnato nel finanziamento delle iniziative culturali, specialmente quelle formative, della cultura in città: “Il nostro contributo - spiega - è orientato alle attività che il teatro fa con e per i giovani. Vorremmo, infatti, che con più teatro e più musica nelle scuole del territorio, Lucca diventasse città e del teatro e dell'accoglienza”.
Al direttore artistico, Aldo Tarabella, invece, il compito di illustrare l'ampio, vasto, complesso e coinvolgente cartellone.
La lirica
“La stagione lirica, cresce di un appuntamento - spiega Tarabella - perché siamo convinti che occorre continuare nella strada delle produzioni e delle coproduzioni insieme ad altre realtà vicine a a noi ed anche estendendo i rapporti oltre a quelli già esistenti. Dei 4 titoli due rientrano nella tradizione lirica, due invece puntano sulla novità e sulla sperimentazione, come già abbiamo fatto con successo con la Napoli Milionaria la scorsa stagione. Una scelta vincente come dimostra il conseguimento del premio Abbiati per la produzione”.
E' così che l'esordio per la stagione della lirica sarà con la Carmen di Bizet il 23 e 24 novembre con la direzione di orchestra di Goldstein, definito un “giovane Zubin Mehta". Il secondo titolo è il Falsfaff di Giuseppe Verdi (13 e 15 dicembre): un'opera realizzata in collaborazione con il teatro Verdi di Ravenna, diretta da Nicola Paskowski, il vice di Muti. Chiudono il cartellone il Matrimonio segreto di Cimarosa (7 e 9 febbraio) e i Racconti di Hoffmann di Offenbach (22 e 23 febbraio), rispettivamente un dramma giocoso e un'opera fantastique.
Una stagione lirica che, ovviamente, non dimentica Puccini: “E' un grande brand per noi e per la città - dice Aldo Tarabella - e per questo continueremo nel lavoro di promozione e produzione in collaborazione con il Festival di Torre del Lago”.
La danza
Quattro titoli anche per la danza, anche in questo caso in cui si è deciso di osare e di andare oltre gli appuntamenti tradizionali. Si parte il 17 novembre con Les ballets Trockadero de Monte Carlo, un gruppo composto solo da ballerini maschi en travesti. Il secondo appuntamento andrà a pescare nell'etnomusica con il Royal Mongolian Ballet il 21 dicembre. Si chiude con altre due prime toscane: Ailey II e con la nuova produzione della compagnia di Virgilio Sieni.
La prosa
“Grandi attori, grandi registi, l'accordo con la Fondazione Toscana Spettacolo e la conferma del Teatro del Giglio come centro di produzione teatrale. Questo è l'intento della stagione di prosa di quest'anno - spiega ancora il direttore artistico Aldo Tarabella - in cui abbiamo cercato di mescolare gli appuntamenti più leggeri con i grandi classici della tradizione e di coinvolgere compagnie importanti del territorio nazionale”.
E' così che si parte subito in grande l'11, 12 e 13 ottobre con la prima nazionale della nuova regia di Cristina Comencini, La scena con Anna Finocchiaro e Maria Amelia Monti. I trent'anni del Teatro del Carretto verranno invece celebrati l'8,9 e 10 novembre con la riproposizione dell'Iliade, presentata per la prima volta al Festival di Spoleto nel 1987. A fine novembre (29 e 30 più la pomeridiana dell'1 dicembre) arriva a Lucca lo spettacolo di Beppe Fiorello Penso che un sogno così... in ricordo di un grande della musica leggera italiana come Domenico Modugno. Un grande della regia come Peter Stein dirigerà dal 6 all'8 dicembre Il ritorno a casa di Harold Pinter mentre a gennaio saranno gli attori comici Lunetta Savino ed Emilio Solfrizzi, diretti da Leo Muscato, a mettere in scena Due di noi di Michael Frayn. Fine gennaio con lo Zio Vanja di Anton Cechov con un altro grande regista come Marco Bellocchio e, sul palcoscenico, Michele Placido e Sergio Rubini. Dal 14 al 16 febbraio il penultimo appuntamento con la compagnia Tiezzi-Lombardi che proporrà Non si sa come di Luigi Pirandello. Sul palco, per l'occasione, anche l'attore lucchese Marco Brinzi, cresciuto fra il Piccolo di Milano e la compagnia di Luca Ronconi. Chiusura in grande con la regia di Luca Zingaretti (il “Montalbano” del piccolo schermo) ne La torre d'avorio di Ronald Harwood.
Gli abbonamenti
Abbonamenti differenziati per le stagioni di lirica, danza e prosa, più pacchetti promozionali differenzati e tanti sconti. Allo stesso prezzo della scorsa stagione, salvo l'aumento legato alla lirica, vista la presenza di uno spettacolo in più.
L'abbonamento alla stagione lirica costa 165 euro per l'intero, 146 per il ridotto, 140 per gli Amici della lirica e il Cral e 137 per studenti del Boccherini, dei conservatori e delle scuole pubbliche a indirizzo musicale in poltrona e palco centrale. In palco laterale e galleria i prezzi, invece, sono 97 euro per l'intero, 76 per il ridotto, 70 per amici della lirica, Cral e studenti di istituti musicali. Prevista una speciale tariffa giovani (fino a 30 anni) a 55 euro. La conferma dei vecchi abbonamenti è possibile dal 17 settembre all'11 ottobre, la vendita dei nuovi dal 12 al 31 ottobre.
Per la danza i prezzi sono di 110 euro per l'intero e 97 per il ridotto, 80 per lo speciale Cral in poltrona o palco centrale, di 77 euro intero e 63 ridotto, 54 speciale Cral e 40 euro per giovani fino a 30 anni in palco laterale o galleria. Conferma dei vecchi abbonamenti dal 31 agosto al 13 settembre, vendita dei nuovi da 15 al 26 settembre.
Otto spettacoli di prosa a 212 euro (ridotti 187, speciale Cral 152) per poltrona e palco centrale mentre saranno 144 per l'intero, 120 per il ridotto, 104 euro per Speciale Cral e 80 euro per giovani fino a 30 anni. Conferma vecchi abbonamenti dal 31 agosto al 13 settembre, vendita dei nuovi abbonamenti dal 15 al 26 settembre.
Zapping, Zapping Junior e Scegligiglio sono gli abbonamenti a pacchetto previsti al Giglio. Con Zapping si potrà scegliere fra sei spettacoli di prosa e danza a 173 euro (155 ridotto) in poltrona o palco centrale o a 124 euro (102 ridotto) per palco laterale o galleria. Zapping Junior è per i giovani sotto i 30 ani per sei spettacoli di prosa, danza o lirica con palco laterale o galleria a 72 euro. Con Scegligiglio, infine, 5 spettacoli di prosa o danza a scelta sono offerti a 150 euro (135 euro ridotto) in poltrona o palco centrale e a 11 euro (90 ridotto) in palco laterale o galleria. Quattro, infine, i pacchetti predefiniti (humor, creazione contemporanee, intorno al mito e grandi drammaturgie) a 80 euro per poltrona e palco centrale e 60 per palco laterale e galleria. I pacchetti saranno in vendita dal 28 settembre.
Differenziati i biglietti per i singoli appuntamenti. Si va dai 60 euro intero per la lirica in poltrona e palco centrale ai 14 euro del loggione per danza e prosa.
La comunicazione
Tutti gli eventi al Teatro del Giglio, anche quelli che sono fuori dall'abbonamento e che verranno presentati in un'altra occasioni, saranno visibili non solo sul sito internet del teatro e sul profilo Facebook e Twitter, ma saranno anche aggiornati in tempo reale sull'applicazione per smartphone (in versione Android e Ios) LuccApp di Note Sas.
I lavori al teatro
Non solo Piuss al teatro del Giglio, per cui la struttura sarà messa a disposizione del Comune dal 10 marzo al 31 di ottobre (“Ma speriamo che serva meno tempo”, afferma il presidente Scacchiotti). Il teatro, infatti, in questi mesi estivi sarà interessato da lavori per complessivi 80mila euro per lavori urgenti di ristrutturazione e per la costruzione di un bagno per disabili: “In generale - ha aggiunto il sindaco Tambellini - stiamo studiando un miglioramento dell'accesso al teatro per i disabili per cui è abbastanza difficoltoso l'ingresso se non per la galleria. Quanto ai lavori del Piuss, visto che la struttura del tetto sarà costruita in esterna e poi montata in loco, pensiamo che i tempi della chiusura del teatro siano inferiori a quanto inizialmente stabilito, per garantire la normale stagione”.

Guarda il servizio su Dì Lucca

Ultima modifica il Giovedì, 01 Agosto 2013 19:08

Aggiungi commento

Riempi tutti i campi affinchè il tuo commento venga approvato in fase di moderazione. Grazie, la redazione.


Codice di sicurezza
Aggiorna

 

Lucca in Diretta è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Note s.a.s, via di Tiglio 1369/d, 55100 Lucca - p.iva 01264760461