Menu
RSS

Rotatoria ai Macelli, caos all'uscita delle scuole

rotatoria celideRotatoria del Celide: è caos all’uscita delle scuole. E’ il grido di allarme - a dire il vero, più una protesta esasperata - che si leva anche oggi (7 ottobre) nell’orario "di punta", quello che vede gli alunni di diversi istituti scolastici confluire all’unisono verso Porta Elisa, per amalgamarsi in una fila che forma un blocco proprio all’altezza della rotatoria. Lo scoccare della campanella - quasi in contemporanea per gli alunni delle medie Carducci di piazza san Ponziano, per gli studenti dell’Itc Carrara e per i ragazzi delle scuole collocate su viale Castracani (la materna Don Aldo Mei, la "Mimosa", l’istituto comprensivo Lucca Sesto), in definitiva, compromette cronicamente - per un’ora almeno - quello che altrimenti è il traffico fluido del resto del giorno. "Qualcosa di certo deve essere cambiato - è il commento irritato di una mamma che ha inserito le quattro frecce a ridosso di porta Elisa - perché quello dell’uscita delle scuole è un problema storico, che resta non affrontato. Non è possibile che, per prendere mia figlia, debba farmi ogni volta mezz’ora di fila".

Una situazione - se possibile - peggiorata dalla concomitante chiusura del passaggio a livello di via di Tiglio: quando le sbarre si abbassano, infatti, la coda si forma direttamente dalla rotatoria davanti alla porta, lasciando il passo al festival del clacson compulsivo. "Queste due rotatorie - è l’analisi franca di un passante in bici - hanno senz’altro risolto gravi problemi di sicurezza stradale, in due punti assolutamente critici. Ora, però, serve ripensare il sistema complessivo che ruota intorno alla circonvallazione. Il sottopasso di via Ingrillini - viene estesa la polemica - non serve a molto se poi il passaggio a livello chiude e blocca tutto. Il Comune deve pensare a nuovi sensi unici ed a vie di sfogo alternative".
Il bastone e la carota, dunque, per una situazione definita - dai più catastrofici - davvero esasperante. "Ci siamo trasferiti a Lucca - commenta una coppia di genitori fuori dalle Carducci - per lavoro. Pensavamo di sfuggire al caos delle metropoli e, in effetti, per larghi tratti del giorno è così. Il traffico scorre fluido, ma quando escono le scuole e quando le persone escono da lavoro, cioè nei due momenti di punta, la situazione si fa insostenibile. In una città così piccola ed a misura d’uomo, insomma, non puoi perdere un’ora ogni giorno per il traffico".
Appunti che, per qualcuno, devono essere distillati con un pizzico di sano realismo: "Le code nelle ore di punta - conclude un anziano che contempla la scena dal bar del Celide - sono sempre esistite. Qua e davanti a Porta Elisa c’era un rischio di incidenti altissimo, con macchine che provenivano selvaggiamente da ogni direzione. Oggi è stata data una regola, ma il lucchese medio è così: deve sempre lamentarsi di tutto".
I problemi crescono, stando alle segnalazioni arrivate sia da automobilisti che da genitori, quando transitano le navette e i mezzi pesanti. In questi casi, il sistema della rotatoria dei Macelli - si lamentano - va in tilt, crendo continui rallentamenti.

Ultima modifica ilDomenica, 08 Ottobre 2017 10:01

5 commenti

  • Mita
    Mita Domenica, 08 Ottobre 2017 15:18 Link al commento

    Il traffico non si risolverà mai se ogni alunno viene accompagnato in auto! Possibile che non ci siano mezzi pubblici per il trasporto studenti?
    Si eviterebbero le mamme che piazzano le auto nel mezzo della strada pur di non far fare 200 metri a piedi al proprio figlio!

  • carlo
    carlo Domenica, 08 Ottobre 2017 14:25 Link al commento

    Anch'io sono uno "del pochi" che ancora usa le frecce direzionali, ma purtoppo oggigiorno sembrano diventate un "optional".....

  • A
    A Domenica, 08 Ottobre 2017 01:28 Link al commento

    Puah! Gente che non fa nemmeno 100 metri senza macchina. Non mi fanno pena.

  • Geraldine Hoare
    Geraldine Hoare Sabato, 07 Ottobre 2017 22:38 Link al commento

    C'è comunque da dire che quasi nessuno segnala dove sta andando alle rotatorie con le freccie della macchina. Chi come me le usa, fa spazientire questa mancanza di rispetto e correttezza.
    Si risparmiarebbe tempo usandole.

  • Gouse
    Gouse Sabato, 07 Ottobre 2017 16:50 Link al commento

    La situazione è insostenibile perchè i genitori si fermano con le auto in doppia o terza fila con le 4 frecce accese ad aspettare i figli. Se ci fosse un unico mezzo uno scuolabus anche per i grandi il problema so risolverebbe. Non siamo colpa alle rotatorie la colpa è degli automobilisti indisciplinati....

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter