Menu
RSS

Emma Morton dalla cucina al canto: Lucca mi ha cambiata

di Paolo Linetti e Roberto Salotti
IMG 4897Passeggia per le strade di Lucca come se ormai le conoscesse a menadito. Si muove con disinvoltura tra i vicoli della città che l'ha adottata da meno di un anno e che ora è fonte di nuova ispirazione. Quando ci pensa, in mezzo alla folla della centralissima piazza Anfiteatro, scuote la testa quasi incredula: "Per me venire in Italia era come abbandonare il sogno di una carriera da cantante". Tutti ormai sanno che è stato esattamente il contrario.
Emma Morton quel sogno lo ha realizzato muovendo i primi passi nella musica proprio in provincia di Lucca, nell'amata Barga, lasciata a malincuore. Un gioco, uno scherzo recitato a soggetto. Meglio: una sfida con se stessa, per esorcizzare quella timidezza e quella "scarsa stima" di sé che fino ad allora l'avevano tenuta lontana dalle note: "A Barga ho iniziato a cantare - racconta la cantante resa famosa da X Factor -: c'è uno straordinario festival del jazz ed ho iniziato in quel contesto ad esibirsi". 

Su palchi improvvisati, nelle piazzette dell'antico borgo medievale ’vestite’ a festa: un banco di prova per quella voce così particolare ha tenuto incollati tanti al televisore quando risuonava negli studi del talent show. Chi l'avrebbe detto, che in quel piccolo paesino di provincia tanto simile a quelli della sua Scozia ma ormai tanto lontano sarebbe cresciuta una nuova promessa della musica.
Lei stessa, quasi, ne rimase sorpresa: "Mi sono resa conto qui che l'Italia era il mio destino - svela -: sono venuta per caso, perché ero attratta dal cibo e dal vino. Ero curiosa di trovarmi in Italia e assaggiare di tutto". E il suo palato è stato subito conquistato, tanto che la cucina avrebbe potuto essere il mestiere della Morton: "Ho lavorato come cuoca in un agriturismo in Toscana - racconta - pensavo che quello sarebbe stato il mio futuro. Mi sbagliavo, e ringrazio questi luoghi straordinari per avermelo fatto riscoprire".
Complice anche l'amore, trovato a Barga, Emma Morton non si sarebbe più allontanata dalla musica. E dopo X Factor lavora al suo prossimo disco che uscirà a settembre: è Emma and The Graces, l'ultimo progetto musicale della Morton insieme a Piero Perelli (alla batteria) e Luca Giovacchini (alla chitarra). Sperimentazione e contaminazione le chiavi di lettura, anche in questo caso. La cifra musicale, ormai, di Emma Morton, che però promette anche di stupire: "La musica è il mio linguaggio di espressione più congeniale, come un tempo lo era la cucina - spiega - e musica è per forza contaminazione. Sono tornata grazie al canto a riscoprire il legame con la mia Scozia, e ho voluto mescolare la mia voce a ritmi afro americani, dal jazz al blues e perfino il gospel".
Nel disco fanno capolino anche "due ospiti internazionali", di cui però Emma non svela l'identità. "X Factor è stato un'esperienza indimenticabile e mi è servito molto, soprattutto per il contatto con le persone". Ma è stato anche un vero e proprio banco di prova, una sfida: "Sono una perfezionista - ammette Emma -: sto dedicando tanto tempo e amore al mio nuovo disco. L'attesa varrà la pena". E c'è da scommetterci.
Per saperne di più clicca qui o visita la pagina Facebook o Instagram.

La video intervista di Paolo Linetti (musica361.it)

Ultima modifica ilGiovedì, 25 Maggio 2017 12:37

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter