Menu
RSS

Paura per un detenuto salito sul tetto del carcere

  • Pubblicato in Cronaca

carcereluccainternoLucca ancora una volta si è rischiato grosso. Lo dice Pasquale Salemme, segretario nazionale per la Toscana del Sindacato autonomo polizia penitenziaria Sappe, che ricostruisce l’accaduto: “Verso le 10,15, un detenuto di origine maghrebine è salito sul tetto dell'infermeria del carcere. Dopo una trattativa durata 30 minuti e con il personale di polizia penitenziaria pronto ad intervenire, il detenuto volontariamente è sceso dal tetto. Oramai gli eventi critici alla casa circondariale di Lucca sono quotidiani e l'assenza del personale appartenneti al ruolo degli ispettori fa si che gli assistenti capo debbono sobbarcarsi turni di otto ore di sorveglianza generale. Il personale è stanco e demotivato e se l'Amministtrazione centrale e regionale non appronterà i giusti accorgimenti, il personale darò corso a breve a manifestazioni di protesta. Inoltre, la presenza di ristretti che nonostante abbiano posto in essere comportamenti che hanno destabilizzato l'ordine e la sicurezza sono ancora nell'Istituto lucchese alimenta il malcontento della polizia penitenziaria”.

Leggi tutto...

Fim Cisl: "Pellegrini non è stata espulsa"

alessandradamianiNon si fa attendere la risposta della Fim Cisl alle dure accuse dell’ex segretaria Narcisa Pellegrini che, dalle colonne di Lucca in Diretta, aveva dichiarato di essere stata ‘punita’ per una denuncia interna fatta a un iscritto del sindacato.
A scrivere è la reggente Fim Toscana Nord, Alessandra Damiani: “Con riferimento all’articolo a firma di Roberto Salotti, pubblicato con il titolo: ‘Espulsa ex segretaria Fim: ‘Punita per la mia denuncia”’, la Fim Cisl Toscana Nord tiene a precisare quanto segue. Non è vero che la signora Pellegrini sia stata punita per la sua denuncia: è stata infatti sanzionata per il motivo esattamente opposto, ossia per avere omesso di informare tempestivamente il reggente responsabile della Fim territoriale della denuncia da parte di un ex iscritto di comportamenti potenzialmente molto gravi, impedendo e comunque ritardando senza motivo gli accertamenti e i provvedimenti del caso”.

Leggi tutto...

Un altro agente aggredito nel carcere S. Giorgio

  • Pubblicato in Cronaca

carcere internoUn altro agente della polizia penitenziaria in servizio a Lucca aggredito da un detenuto nel carcere S. Giorgio. Un nuovo episodio avvenuto negli ultimi giorni riaccende i riflettori sulla situazione all'interno del carcere circondariale. Il sindacato della penitenziaria Sappe ha stigmatizzato il nuovo caso, che ha visto protagonista un detenuto di nazionalità rumena, non nuovo, secondo la sigla, ad episodio del genere.  Avrebbe colpito al volto l'agente che è dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso dell'ospedale San Luca di Lucca.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter