Menu
RSS

Lucca, arrivano fondi per messa in sicurezza delle frane

Manutenzione fiumi 683x324Sono in arrivo interventi per oltre 37 milioni di euro per la mitigazione del rischio idraulico e idrogeologico e la difesa della costa in tutta la Toscana. Prende il via il terzo atto integrativo dell'Accordo di programma del 3 novembre 2010, sottoscritto dalla Regione con il Ministero dell'ambiente a dicembre dello scorso anno, che indica il presidente Enrico Rossi quale commissario di Governo responsabile dell'attuazione degli interventi. In linea con una delle priorità della politica regionale che punta alla difesa del suolo e salvaguardia dall'erosione costiera, l'atto individua interventi per un totale di 37 milioni e 225mila euro di cui 27 milioni e 548mila euro di risorse messe a disposizione dalla Regione Toscana.

"Come abbiamo anticipato a dicembre in occasione della firma – ha detto l'assessore all'ambiente Federica Fratoni – proseguiamo a impiegare materialmente risorse al ritmo di 100 milioni l'anno in opere per la difesa del suolo e la tutela dell'equilibrio idrogeologico del nostro territorio. Lo facciamo dal 2011, e fino ad oggi a questo scopo abbiamo investito qualcosa come 700 milioni di euro. Il pacchetto di interventi che parte oggi riguarda il pacchetto di opere per il 2018. Degli oltre 37 milioni, 27 provengono dal bilancio regionale. Si tratta di interventi importanti che riguardano lo scolmatore d'Arno per la messa in sicurezza di Pisa, le zone alluvionate di Livorno, interventi su Frigido in Lunigiana. Si tratta di opere che interessano otto delle dieci province della Toscana. Non è facendo una grande opera che si risolvono i problemi, ma intervenendo su tutto il territorio, con opere pubbliche che mettano in sicurezza i cittadini".
Trentadue gli interventi di cui 9 in provincia di Massa-Carrara, 7 in provincia di Livorno, 5 in provincia di Pistoia, 3 in provincia di Lucca, 2 in provincia di Pisa, 2 in provincia di Arezzo, 2 in provincia di Grosseto e 2 in provincia di Firenze.
In particolare nella nostra provincia i fondi serviranno al consolidamento di una porzione di versante in frana a Lucca (965mila euro); opere di messa in sicurezza del movimento franoso attivo sul versante tra il cimitero e Chiatri nel comune di Lucca (750mila euro) e al consolidamento del versante su strada comunale delle Pianelle nel comune di Fabbriche di Vergemoli (165mila euro).

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter