Menu
RSS

2015 nero per l'artigianato toscano, allarme di Cna

Anche il 2015 è iniziato male per l'artigianato toscano: nei primi tre mesi del 2015 sono cessate dall'albo artigiano 3.769 imprese, mentre le imprese iscritte sono 2.798 (dati Movimprese). Il saldo fra nate/morte è –971 imprese. Il settore più colpito continua ad essere quello delle costruzioni che da gennaio a marzo ha perduto altre 674 imprese (953 nuove imprese contro 1.627 chiusure). Lo sottolinea Valter Tamburini, presidente CnaToscana: "I numeri certificano il tributo che le imprese artigiane hanno pagato, e continuano a pagare, alla crisi. Un disastro. Dal 2008 al 2014 è stato un bollettino di guerra: la crisi ha messo al tappeto 9.335 artigiani con la perdita di circa 28.000 posti di lavoro, una decimazione che ha coinvolto tutti i settori, dall'edilizia ai trasporti, dalla manifattura ai servizi. Purtroppo i dati del primo trimestre 2015 confermano le nostre preoccupazioni: la crisi continua a mordere".

Leggi tutto...

Toscana, finita la recessione. Rossi: “E' il tempo degli investimenti”

Con il 2014 si è chiusa, per la Toscana, la seconda fase recessiva – quella iniziata nel 2012, successiva a quella del biennio 2008/09 - che ha contrassegnato la lunga crisi: il Pil rimasto sui livelli 2013 (+0,1% secondo le stime) mentre in Italia è ancora diminuito (dello 0,3%). Il 2015 dovrebbe segnare la definitiva uscita dalla crisi con una crescita che rpet stima dell'1,1%, ancora superiore a quella italiana. Se gli elementi di incertezza ancora presenti nello scenario nazionale e internazionale si sciogliessero, sarebbe possibile una crescita addirittura dell'1,7%. Questo lo scenario disegnato dal Rapporto Irpet 2015 sull'economia toscana, presentato stamani in occasione della conferenza di inizio anno dell'istituto che si è tenuta presso l'auditorium di Sant'Apollonia. La competitività mostrata sul fronte dell'export e le migliori condizioni internazionali (in particolare la svalutazione dell'euro rispetto al dollaro) sono i fattori che hanno contribuito al miglior comportamento della Toscana nel 2014 e ancor più lo saranno nel 2015. La crescita è tuttavia insufficiente a sanare i problemi che anche l'economia toscana ha accumulato a causa della crisi: cali di Pil, occupazione, investimenti e un aumento consistente della disoccupazione.

Leggi tutto...

Corso sulle linee di finanziamento per le aziende, iscrizioni aperte fino al 27 febbraio

C’è tempo fino a venerdì (27 febbraio), per iscriversi al corso di formazione professionale gratuito Linfa. - Linee di Finanziamento per le Aziende, organizzato dal Consorzio So&Co in collaborazione con Formetica, Sophia, Sogesa 2000 e finanziato dalla Provincia di Lucca. Si tratta di un progetto unico, gratuito, rivolto a 12 persone in possesso del diploma di scuola media superiore e con una padronanza dell’uso del computer di base. Con l’obiettivo di formare un profilo di Consulente alle Imprese, Linfa intende, nel particolare, fornire competenze per accedere a finanziamenti agevolati, contributi per investimenti, incentivi alle imprese, fondi rotativi, sgravi Inps, agevolazioni per la riduzione dell’Irap, agevolazioni per le assunzioni, fondi interprofessionali. Inoltre, la figura in questione sarà esperta in economia del territorio, conoscerà i principi e le politiche dello sviluppo locale, saprà analizzare il sistema impresa e prospettare soluzioni efficaci per lo sviluppo aziendale, applicherà metodologie della ricerca e tecniche di analisi dei dati, predisponendo, gestendo e monitorando i piani e i progetti di sviluppo. Per iscriversi a Linfa (fino al 27 febbraio), avere ulteriori informazioni e scaricare i materiali necessari, è possibile visitare il sito www.soandco.it o contattare i numeri 0583.432225/30 e la mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter