Menu
RSS

Gara per il Ponte sul Serchio: sbloccati i fondi

ponteserchioAmmonta a circa 18,5 milioni di euro il pacchetto di investimenti in opere pubbliche (grandi opere, strade e scuole) della Provincia di Lucca allegato alla variazione di bilancio approvata in via d'urgenza dal Consiglio provinciale di Lucca nella seduta di ieri pomeriggio (giovedì 7 giugno). E tra queste il nuovo Ponte sul fiume Serchio a Lucca è indubbiamente l'opera più rilevante sia dal punto di vista ingegneristico che del volume di risorse impiegate. Una variazione di bilancio che ha avuto il parere negativo dei revisori dei conti che hanno valutato non necessari tutti gli interventi contenuti nell'atto, mentre per il presidente della Provincia Luca Menesini si tratta di opere importanti, prioritarie e con tempistiche da rispettare. La variazione è stata approvata coi voti dei Democratici.

“In sostanza – ha spiegato il consigliere delegato al bilancio e ai tributi Alessandro Profetti – la variazione, che segue a ruota la precedente delibera approvata dall'assise di Palazzo Ducale il 31 maggio scorso propedeutica all'effettiva approvazione del bilancio preventivo 2018 dell'ente, è finalizzata a liberare risorse economiche di enti terzi, per poter partire con le gare di appalto e i lavori anche in mancata presenza dell'approvazione dell'esercizio finanziario di quest'anno. Come enti di secondo livello, infatti, in virtù di specifica circolare ministeriale, ora le Province non hanno più l'obbligo tassativo di rispettare la data indicata (quest'anno il 31 marzo – ndr) e possono esercitare le proprie funzioni in regime d'esercizio finanziario provvisorio. E non si tratta di lavori qualsiasi ma di interventi che, oltre a scongiurare la stasi di soldi pubblici, devono essere realizzati perché riguardano opere di pubblica utilità per la riduzione del rischio e la tutela dell'incolumità pubblica”.
Il consigliere Profetti ha spiegato, inoltre, che i dirigenti e i funzionari della Provincia di Lucca hanno avuti incontri sia con il Mef, sia con la ragioneria generale dello Stato, nonché coi referenti nazionali dell'Unione Province italiane proprio in merito alla questione finanziaria che dovrà ora essere affrontata con il nuovo Governo.
“L'intenzione infatti – dichiara Profetti – è quella di cercare di ridurre il volume dei trasferimenti che le Province passano allo Stato e che sono il frutto dei tributi locali. L'amministrazione provinciale di Lucca purtroppo, a causa di una serie di questioni contabili e investimenti pregressi legate alle funzioni, è tra le più tartassate in questo senso con circa l'80% degli introiti dai tributi che prendono la strada per Roma, mentre la media nazionale si aggira sul 60%. Una situazione del genere, com'è intuibile, ci penalizza non poco, dopo che dal 2014 con il passaggio di molte competenze alla Regione si sono ridotte drasticamente le risorse a disposizione”.
Gli uffici provinciali, intanto, stanno attuando da tempo un'attenta e capillare ricognizione sulle entrate e sulla valorizzazione del patrimonio provinciale, e stanno terminando il lavoro sul bilancio consuntivo 2017. Una parte dell'avanzo di amministrazione del consuntivo, servirà sia per il bilancio preventivo 2018, sia per il bilancio triennale con allegato il Piano triennale delle opere pubbliche.
Ecco, qui di seguito, gli interventi principali che saranno sbloccati con la variazione di bilancio approvata ieri dal Consiglio provinciale.
Nuovo Ponte sul Serchio. L'investimento complessivo, ricordiamo, ammonta a 15milioni di euro. La variazione di bilancio prevede nel triennio il contributo di 14 milioni e 450 mila euro assegnato alla Provincia dal Ministero delle infrastrutture a valere sul Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014/2020, mentre la restante quota di 550mila euro è già stata assicurata con fondi della Regione Toscana assegnati in precedenti esercizi finanziari destinati all'affidamento di incarichi professionali.
In merito alla progettazione, la Provincia ha concluso tutto l'iter fino al progetto esecutivo, verificato e validato e in procinto di avviare la procedura di gara d'appalto.
Secondo il cronoprogramma stabilito dalla Regione Toscana si ipotizza l'affidamento dei lavori entro il 31 dicembre con apertura dei cantieri entro il 1 marzo 2019.
Del pacchetto allegato alla variazione di bilancio fanno parte anche i lavori di manutenzione e messa in sicurezza per numerose strade provinciali (1,2 milioni di euro); 1 milione e 20mila euro per l'istituto Marconi (ex Colombo) di Viareggio; 700mila per l'Iti Fermi di Lucca; 790mila per l'istituto Passaglia di Lucca (sede di via Fillungo); 120 mila euro per l'ampliamento delle aule del Liceo musicale Passaglia nella sede dell'ex convento di S. Agostino; 27mila euro per le facciate dell'Istituto Passaglia di piazza Napoleone; 36 mila per l'adeguamento delle aule dell'istituto Pertini di Lucca, 10mila per opere di completamento della palestra grande del Liceo scientifico Vallisneri di Lucca, ulteriori 10mila euro per l'installazione di elemento oscuranti ad alcune aule dell'Itc Carrara di Lucca e 47mila per l'installazione di elemento oscuranti, nuovi arredi e nuove attrezzature per i laboratori didattici dell'Isi di Barga.
A queste risorse si aggiungono circa 189 mila euro per incarichi di progettazione relativi agli interventi di recupero degli edifici scolastici finanziati sia con risorse ministeriali sia con i contributi della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Ultima modifica ilVenerdì, 08 Giugno 2018 14:09

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter