Menu
RSS

Ventimila tonnellate di rifiuti del Lazio smaltiti in Toscana

rifiutilucLa giunta regionale ha deliberato l'accordo con la Regione Lazio per lo smaltimento di un quantitativo complessivo di 20mila tonnellate di rifiuti che avrà validità di soli 6 mesi. "Abbiamo ritenuto di accogliere la richiesta della Regione Lazio e del Comune di Roma - ha commentato l'assessore regionale all'ambiente Federica Fratoni - , pur per un quantitativo minimo, in un'ottica di solidarietà istituzionale".

Leggi tutto...

Sciopero medici, commissione regionale incontra delegazione sindacati

scaramelliLa commissione sanità del Consiglio, presieduta da Stefano Scaramelli (Pd) si riunirà domani mattina (12 dicembre) nel giorno in cui la sanità pubblica si fermerà per uno sciopero nazionale della dirigenza medica, sanitaria e veterinaria. Nell’occasione, il presidente ha risposto positivamente alla richiesta pervenuta dalle segreterie toscane delle organizzazioni sindacali di categoria, che hanno sollecitato un incontro con la commissione regionale, per “rappresentare le situazioni di grave criticità che interessano il sistema sanitario nazionale e quello regionale”. L’incontro si terrà alle 13 al palazzo del Pegaso, la commissione sospenderà i lavori (l’inizio è fissato alle 10,30) per parlare con la delegazione sindacale e “farsi carico delle aspettative e delle proposte che ci saranno presentate”, scrive Scaramelli. I lavori della commissione riprenderanno nel pomeriggio.

Leggi tutto...

Attività produttive, l'assessore Ciuoffo soddisfatto per riforma norme regionali

ciuoffo7Approvata la scorsa settimana in consiglio regionale la riforma della legge regionale 35 del 2000 Disciplina degli interventi regionali in materia di attività produttive e competitività delle imprese. Soddisfatto l'assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo secondo il quale "si arriva ad un riordino della strumentazione a supporto degli interventi regionali in materia di attività produttive, necessario alla luce della situazione attuale".

Leggi tutto...

Maltempo, nuova allerta fino a domenica in tutta la Toscana

Allerta10 dicembreIn arrivo pioggia, vento e ghiaccio e qua e là anche una spruzzatina di neve. La sala operativa unificata della protezione civile regionale ha emesso alle una di oggi pomeriggio un'allerta che vale dalle otto di stasera (9 dicembre), fino alla mezzanotte di domenica. Il codice è arancione per Lunigiana, Garfagnana, Mugello ed Appennino, Val Tiberina e Casentino, ma anche per la piana tra Lucca e Pistoia, il bacino di Bisenzio ed Ombrone e la Versilia. Colore giallo nel resto della Toscana.

Pioggia
La maggiore criticità è la pioggia attesa per domani, domenica, a partire dal settore nord-ovest, ovvero Lunigiana, Garfagnana, alto pistoiese ed Apuane. La pioggia è la conseguenza di un'intensa perturbazione nord atlantica in arrivo. Si prevedono fenomeni persistenti e abbondanti sui rilievi, fin dalla mattina, che si intensificheranno nel pomeriggio, quando si allargheranno anche al resto della Toscana ma con piogge sparse e generalmente di lieve intensità, moderate a tratti su Amiata, Casentino, Pratomagno e Val Tiberina. Sulle aree di nord-ovest i cumulati attesi sono medi abbondanti, tra i 60 e i 70 millimetri, con massimi molto elevati, anche oltre 150 millimetri, sui rilievi esposti al flusso. Sul resto della regione si prevedono cumulati medi localmente significativi con massimi non elevati, eccetto Amiata e Casentino dove potranno essere superiori, e intensità orarie massime generalmente moderate o a tratti forti sui settori sempre di nord-ovest.

Leggi tutto...

Centri per l'impiego, ok mozione per chiedere risorse certe

centroimpiegoLa fase di prolungata transizione, che ancora non ha visto ultimato il passaggio di competenze in materia di lavoro dalle Province alle Regioni, ha portato il gruppo Sì Toscana a sinistra a presentare una mozione – approvata dall’aula – che impegna la Giunta regionale “ad attivarsi nei confronti del Governo per una definizione e attribuzione urgente e certa delle risorse per l’anno 2018, destinate alle politiche e ai servizi per il lavoro, di competenza delle Regioni; e a procedere al più presto alla stabilizzazione del personale a tempo determinato, impiegato presso i Centri per l’impiego, chiudendo la fase transitoria al 31 dicembre”. Come spiegato dal consigliere Tommaso Fattori (Sì Toscana a sinistra), nella nostra regione il personale a tempo determinato dei Centri è stimato intorno alle 100 unità, e di recente ha visto una terza proroga dei contratti, a seguito di un emendamento introdotto nella legge di bilancio 2017, al 31 dicembre di quest’anno.
Voto favorevole alla mozione è stato espresso dai consiglieri Andrea Quartini (M5S) e Alessandra Nardini (Pd), che hanno parlato rispettivamente di “soggetti strategici per l’inclusione sociale” e di “priorità del lavoro”.

Leggi tutto...

Il consiglio regionale dice no ai tagli alle Poste

postinoLe proteste di sindaci e cittadini in molte aree della Toscana, sulla riduzione dei servizi offerti da Poste italiane annunciati per le prossime settimane, hanno portato alcuni consiglieri del Partito democratico, primo firmatario Giacomo Bugliani (Pd), a presentare una mozione – approvata dall’aula di palazzo del Pegaso – che impegna la Giunta ad attivarsi quanto prima. Nei confronti di Poste italiane, assieme ad Anci Toscana (che lo scorso 23 novembre ha inviato una lettera alle Poste), per riprendere il confronto sulla riorganizzazione dei servizi postali, valutando l’impatto sui territori, con particolare attenzione alle aree più marginali e ai piccoli comuni. Come sottolineato da Bugliani nel presentare l’atto, secondo quanto comunicato alla stampa dalle organizzazioni sindacali, l’azienda avrebbe intenzione di togliere oltre 50 zone di recapito in Toscana, interessando complessivamente un’area di 165mila abitanti e mettendo a rischio oltre 50 posti di lavoro. Il presidente ha inoltre ricordato la legge sui piccoli comuni, che prevede la possibilità per comuni e frazioni di istituire centri multifunzionali per l’erogazione delle prestazioni; e il programma regionale di sviluppo, che riconosce la necessità di sostenere le economie locali.

Leggi tutto...

Casa, in Toscana 47mila famiglie negli alloggi Erp

casaIn Toscana una famiglia su 33 vive in una casa popolare (2,9% dei residenti nella regione, 18,3% di chi vive in affitto), sono infatti 47.384 i nuclei familiari che vivono negli alloggi Erp, mentre altri 21.798 sono nelle graduatorie dei Comuni in attesa di assegnazione. Numeri importanti, ma comunque relativamente migliori rispetto al resto del Paese, dove le domande di alloggio popolare sono in tutto circa 650.000 (stime Federcasa), numero equivalente a quello degli alloggi già assegnati. Questa elevata richiesta di alloggi di edilizia residenziale pubblica si scontra con un dato, quello relativo al possesso di un'abitazione, che vede ancora l'Italia come uno dei Paesi europei con la più elevata percentuale di proprietari di casa (72,9% contro una media del 66,4%).

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
 

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter