Menu
RSS

Mafie, Rossi: "Dobbiamo iniziare a preoccuparci"

enrico rossi"Non siamo la Sicilia o la Calabria. E' evidente. Ma dovremmo ugualmente preoccuparci". Il presidente della Toscana Enrico Rossi tira le conclusioni e invita a non dormire sugli allori al termine di tre ore in cui a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, sede della presidenza della Regione, ricercatori universitari, magistrati e prefetti si sono confrontati sulla criminalità organizzata, la corruzione e il volto delle mafie in Toscana.
"È vero – dice Rossi – che siamo una regione sana. Più sana almeno di altre. E' vero che nella nostra terra esiste un controllo sociale alto che ci può e ci dovrebbe garantire per il futuro. Ma c'è un però, appunto. Se a Livorno viene aperta un'indagine sul traffico internazionale di droga è evidente che c'è anche un pezzo di economia coinvolta. E se questo non è emerso prima, nonostante quel controllo sociale di cui andiamo fieri, allora dovremmo forse essere più vigili. Dovremmo attrezzarci e mobilitarci ancor di più, perché il rischio che l'emergenza della criminalità e della corruzione infetti alla fine definitivamente il tessuto della nostra società esiste". "E poi – aggiunge – chi non ci dice che quel marchio di regione sana e misura ta di cui andiamo orgogliosi non faccia comodo e non venga ad arte salvaguardata anche dalla stessa criminalità organizzata".

Leggi tutto...

Criminalità organizzata, Bugli: "Rapporto annuale utile a istituzioni"

Buglilibrobianco3"Questo rapporto è importante perché non esistono aree completamente immuni dalla mafia e dalla corruzione, nemmeno in Toscana, dove pure si è sempre combattuto, e con buoni risultati, il fenomeno mafioso. Con questa seconda edizione, inoltre, diventa più strutturato e comincia ad essere decisamente utilizzabile per conoscere il fenomeno ma anche per supportare le azioni di confronto con le altre Istituzioni. Tra gli obiettivi che ci siamo prefissi, infatti, c'è il fornire a tutti i livelli istituzionali gli strumenti per riconoscere i segnali della presenza di fenomeni mafiosi e per valutare efficacemente le situazioni di vulnerabilità economica, sociale e istituzionale che rendono alcuni territori toscani potenzialmente permeabili alle organizzazioni criminali". Lo ha affermato, aprendo la presentazione del secondo rapporto sui fenomeni della criminalità organizzata e sulla corruzione in Toscana, l'assessore alla Presidenza, Vittorio Bugli, che ha tra le altre la delega alla sicurezza dei cittadini e alla legalità. All'iniziativa, che ha visto le conclusioni del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, hanno partecipato la prefetto di Firenze, Laura Lega, il procuratore capo del Tribunale di Firenze, Giuseppe Creazzo, il procuratore nazionale Antimafia, Federico Cafiero De Raho, i docenti Donatella Della Porta e Salvatore Sberna della Scuola Normale Superiore ed Alberto Vannucci dell'Università di Pisa, che hanno illustrato e commentato il rapporto.

Leggi tutto...

Smaltimento fanghi, Fratoni rassicura autospurghisti: "Soluzioni rapide"

fratoni2"Stiamo lavorando senza sosta su questa emergenza con un tavolo di approfondimento tecnico appositamente costituito per ampliare l'offerta degli impianti. Contiamo nel giro di poche settimane di arrivare alla soluzione auspicata". L'assessore all'ambiente Federica Fratoni torna sul tema fanghi dopo l'appello lanciato dagli autospurghisti che hanno avanzato l'ipotesi di scendere in piazza a causa della difficoltà lamentata di far fronte a tutte le richieste. Fratoni, ripercorrendo la storia della vicenda, specifica che la Regione Toscana è intervenuta tempestivamente su un'emergenza dettata da una sentenza del Tar Lombardia dando regole e soluzioni per quei soggetti che sono dentro il servizio idrico integrato. Cispel, che ha partecipato a tutti gli incontri, ha segnalato i vari problemi non solo di Gida ma anche di Acquapur, ambedue impianti di natura pubblico-privata per i quali, precisa l'assessore "l'inserimento in un'ordinanza del presidente non è così semplice e automatico ma richiede approfondimenti giuridici e tecnici in grado di rispettare le norme da un lato e salvaguardare l'ambiente dall'altro".

Leggi tutto...

I toscani e i gusti a tavola, sondaggio rivela: "Il 49% ne parla ogni giorno"

Infografica Italiani che parlano di cibo ToscanaParlare di cibo è una passione che coinvolge tutti i giorni la metà degli italiani e la Toscana non fa eccezione. È quanto emerge dalla ricerca di Squadrati Italiani che parlano di cibo: un dibattito infinito commissionata da Coca-Cola, che ha indagato quanto sia vera la percezione che nel nostro Paese parlare di gusti a tavola sia importante quanto lo stesso atto di mangiare.

Leggi tutto...

Demanio idrico: prorogati i termini per la regolarizzazione agevolata

acquedottoSaranno prorogati fino al 31 dicembre i termini per presentare la richiesta di regolarizzazione agevolata dell’imposta regionale sulle concessioni statali per l'occupazione e l'uso del demanio e del patrimonio indisponibile dello Stato, prevista dalla legge regionale 57/2017.
I soggetti interessati potranno così beneficiare dell’aliquota del 20 per cento e ottenere il rilascio della concessione demaniale, ove ne sussistano le condizioni di natura tecnica.

Leggi tutto...

Dpef regionale, in calo gli investimenti fino al 2020

Bugliani 500x272Il documento di economia e finanza regionale 2019 segna l’inizio di un nuovo ciclo di programmazione per il triennio 2019-2021 e costituisce allo stesso tempo documento preliminare alla manovra di bilancio del 2019. E’ stato licenziato dalla commissione affari istituzionali, presieduta da Giacomo Bugliani (Pd), con parere favorevole a maggioranza. Negativo il voto degli altri gruppi: M5S, Lega Nord, Forza Italia. Sarà discusso nella prossima seduta del consiglio regionale.

Leggi tutto...

Consorzi bonifica e difesa suolo, consultazioni in commissione

Stefano Baccelli 2Giornata di consultazioni per la commissione territorio e ambiente presieduta da Stefano Baccelli (Pd), che nel pomeriggio di ieri, mercoledì (19 settembre) ha svolto una serie di incontri sulla proposta di legge n. 286 di iniziativa della giunta regionale (presidente Rossi e assessore Fratoni). Il provvedimento modifica la normativa sui consorzi di bonifica e sulla difesa del suolo, quindi le leggi regionali 79/2012 (Nuova disciplina in materia di consorzi di bonifica - modifiche alla legge regionale 69/2008 e alla legge regionale 91/1998. Abrogazione della 34/1994) e 80/2015 (Norme in materia di difesa del suolo, tutela delle risorse idriche e tutela della costa e degli abitati costieri). 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Libri

Giornalismi

Newsletter