Menu
RSS

Start up e spin off, la Regione Toscana prepara una nuova legge e altri finanziamenti

La Toscana sta studiando una legge e un progetto sulle start-up e gli spin off, ovvero sulle aziende dinamiche e innovative nella loro prima fase di avvio e sulle società che a volte le precedono e che si sviluppano da un'idea all'interno del mondo della ricerca tecnologica universitaria. Lo vuol fare perché anche così si attraggono gli investimenti ed anche così il sistema (toscano) può farsi più competitivo e uscire domani più forte dalla crisi. L'annuncio arriva dal presidente della Toscana Enrico Rossi, intervenuto sul palco del Teatro Comunale di Firenze dove oggi si è svolta l'assemblea della Confindustria fiorentina.

Leggi tutto...

Ricette mediche, entro la fine del 2014 saranno elettroniche in tutta la Toscana

La "ricetta rossa", la tradizionale ricetta di carta, lascia il posto alla ricetta elettronica, a partire dalle prescrizioni farmaceutiche. Questione di pochi giorni, e (prima a Empoli, poi progressivamente in tutta la Toscana) il medico non consegnerà più al cittadino la ricetta, ma un foglietto con un codice, che il paziente consegnerà a sua volta al farmacista, il quale, in base al codice, rintraccerà su internet la ricetta del medico. Sul foglietto, ci sarà anche il codice relativo alla fascia economica di appartenenza, necessario per la determinazione del ticket aggiuntivo. La delibera che contiene il progetto regionale "Ciclo di vita della prescrizione elettronica: dematerializzazione della prescrizione farmaceutica" e che dà alle aziende disposizioni per la sua attuazione, è stata approvata dalla giunta nel corso della sua ultima seduta. "La prescrizione elettronica - spiega l'assessore al diritto alla salute Luigi Marroni - migliorerà notevolmente la qualità dell'assistenza sanitaria e l'efficienza dei servizi, aumentando l'appropriatezza, il collegamento tra i professionisti, contribuendo a diminuire gli errori medici, e aiutando a monitorare i costi". I primi a partire, dal prossimo 16 giugno, limitatamente alla prescrizione farmaceutica, saranno un gruppo di medici di famiglia di Empoli. Le farmacie, in quanto erogatori, saranno tutte attive fin da subito. Dopo il primo avvio, il sistema sarà progressivamente esteso a tutto il territorio toscano (sempre limitatamente alla prescrizione di farmaci). Il progetto dovrebbe concludersi e andare a completo regime in tutta la Toscana entro la fine del 2014. La ricetta rossa però non scompare del tutto. Per il momento, continua ad essere utilizzata per le precrizioni diagnostiche e specialistiche. E rimane anche per le prescrizioni farmaceutiche nel caso in cui il medico non abbia a disposizione il collegamento telematico (per esempio, durante le visite a domicilio). Con il nuovo sistema, il cittadino non potrà più effettuare l'autocertificazione della propria fascia economica di appartenenza sulla singola ricetta al momento della fruizione della prestazione specialistica o in farmacia. Sarà il medico prescrittore a riportare sulla ricetta, attraverso il software di prescrizione elettronica che interroga le banche dati del Mef e dell'Inps, la posizione economica dell'utente. Se nelle banche dati non è presente nessuna informazione, oppure la fascia economica riportata è errata, il cittadino è tenuto a presentare idonea autocertificazione con validità annuale. In tutte le Asl, nelle farmacie, negli studi dei medici di famiglia, saranno affisse locandine per informare in maniera corretta e uniforme la popolazione. Per informazioni: numero verde 800 556060, www.regione.toscana.it/salute, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

Inserimento in graduatoria per i supplenti dei percorsi Pas, la soddisfazione dell'assessore regionale Bobbio

"Una prima importante risposta per superare le difficoltà in cui si sono venuti a trovare gli insegnanti supplenti che frequentano i percorsi abilitanti speciali (Pas)". Così Emmanuele Bobbio, assessore regionale all'istruzione, sul decreto firmato dal ministro Stefania Giannini che consente ai docenti interessati (circa 1.600 in Toscana) la possibilità di presentare, comunque entro il prossimo 23 giugno, la domanda per l'inserimento in seconda fascia nelle graduatorie di circolo e di istituto per coloro che conseguiranno il titolo abilitativo entro il 31 luglio. Una rigida applicazione di un precedente decreto, che fissava come perentoria la data del 23 giugno, avrebbe tagliato fuori dalla spendibilità del titolo Pas tutti i docenti ancora impegnati nel corso di abilitazione la cui conclusione è prevista, appunto, per il 31 luglio.

Leggi tutto...

Economia in Toscana, i dati dicono che nel 2015 arriva la ripresa

La Toscana, all'interno di quella che può considerarsi anche per la sua economia la crisi più grave degli ultimi 70 anni, continua ad andare meglio dell'Italia nel suo complesso. E dopo un 2013 di recessione e un 2014 che si prefigura di tenuta, nel 2015 dovrebbe arrivare l'attesa ripresa. L'economia toscana ha affrontato il peso della crisi in questi anni ed anche nel 2013 grazie soprattutto alle esportazioni, che sono cresciute: un balzo dal 2008 del 16,6%, il più alto tra le regioni italiane. Anche il turismo ha retto grazie agli stranieri. Due punti di forza, in un presente fatto di recessione e posti di lavoro persi, dove crescono  (di poco) solo agricoltura, non come produzione ma valore aggiunto, e terziario high tech. Due punti di forza da cui la Toscana potrebbe ripartire per costruire lo sviluppo di domani.
E' la sintesi del rapporto 2013 sulla situazione economica in Toscana, presentato oggi a Firenze e realizzato da Irpet, l'istituto regionale di programmazione economica, e Unioncamere Toscana. Un rapporto non senza qualche luce all'orizzonte, anche se rimane la preoccupazione per la sua lunga coda. Una crisi che impone un'attenzione costante ai problemi che sta generando, soprattutto sul fronte del lavoro, e la necessità di agire sul rilancio degli investimenti.

Leggi tutto...

Ordigno alla sede del Pd di Firenze, sdegno anche da Lucca. Andreuccetti: “Non ci faremo intimidire”

Un ordigno fatto esplodere nella notte alla sede del Partito Democratico a Firenze. Un episodio sconcertante al vaglio degli inquirenti della questura che starebbero battendo la pista anarchica, ma che ha immediatamente provocato lo sdegno del mondo politico. Da Lucca il segretario territoriale del Pd, Patrizio Andreuccetti commenta i fatti di Firenze: “Esprimo tutta la nostra solidarietà al segretario e al Partito Democratico fiorentino per l'attentato che la notte scorsa ha colpito la sede di via Forlanini a Firenze e condanniamo duramente un episodio la cui violenza è davvero sconcertante”. Con queste parole Andreuccetti, commenta l'attacco subito dalla sede regionale del Partito democratico dove, la notte scorsa, è esploso un ordigno rudimentale che per fortuna non ha causato feriti ma ha danneggiato la struttura, con fiamme che sono arrivate a lambire il tetto dell'edificio.
Andreuccetti, auspicando che i responsabili dell'attentato vengano individuati e puniti, sottolinea che il “Pd non si farà intimidire da questo gesto incivile e che l'impegno delle tante persone che in questi anni hanno sostenuto l'azione del partito non si fermerà”.  

Leggi tutto...

Regione, 13 milioni per gli aiuti alle famiglie. L'assessore Saccardi: "Rendiamoli più efficaci"

La Toscana a fianco di famiglie, cittadini e lavoratori in difficoltà. Un sostegno che si è concretizzato, a partire dallo scorso ottobre, con varie misure finanziate con 20 milioni di euro messi a disposizione dalla Regione con la legge regionale 45 del 2013. A più di 8 mesi dall'attivazione di Toscana Solidale la giunta regionale ha fatto un primo bilancio, per il periodo che va dal 7 ottobre 2013 al 31 gennaio. Una relazione dettagliata che è stata approvata stamattina durante la seduta di giunta e che successivamente è stata illustrata nel corso di una conferenza stampa.
"L'impegno della Regione - ha sottolineato la vicepresidente Stefania Saccardi - è stato davvero rilevante in questa fase sperimentale. Uno sforzo indispensabile in una fase di straordinaria crisi che sta insidiando, come non avveniva da tempo, la tenuta economica e sociale dell'insieme delle famiglie toscane. Uno sforzo – ha aggiunto – importante anche sul versante della comunicazione ed informazione, per raggiungere il maggior numero possibile di potenziali utenti su tutto il territorio. Ma anche per creare una rete regionale interistituzionale che ha visto la partecipazione attiva di tutti i soggetti coinvolti".

Leggi tutto...

Microcredito per lavoratori in difficoltà, 305 domande nei primi sei mesi

A partire dal 7 novembre lavoratori e lavoratrici in difficoltà economiche possono contare su una specifica misura, varata nel contesto della legge regionale 45, per sostenere tutti coloro che hanno necessità di rivolgersi alle banche per un piccolo prestito per fronteggiare una fase di difficoltà. La Regione, grazie ad un investimento di 5 milioni, per tre anni, assicura la copertura totale degli interessi e delle garanzie sui finanziamenti erogati. Il finanziamento massimo concedibile è di 3 mila euro, erogati in una unica soluzione. In questi primi mesi di operatività del provvedimento sono state presentate 305 domande, per un importo complessivo di 915mila euro, di cui 248 già deliberate da Fidi, per un importo pari a 744 mila euro. Dalle banche sono state erogate 136 operazioni, per un importo complessivo pari a 408 mila euro.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter