Menu
RSS

Province, Rossi firma l'accordo: “Sarà Regione nuova”

enricorossi"Nasce una Regione nuova, una Regione che cambia per competenze e per compiti e che ridefinisce il suo ruolo. Una Regione di cui diverrà parte entro tre mesi il personale delle Province legato alle funzioni che torneranno di competenza regionale". Così il presidente Enrico Rossi ha sintetizzato il valore dell'accordo sul trasferimento e la ricollocazione del personale delle Province firmato oggi con i sindacati e con l'associazione dei Comuni (Anci), e che mette in fila impegni e passaggi del percorso di riorganizzazione delle Province e delle funzioni a suo tempo delegate a questi enti dalla Regione e dai Comuni, percorso che si completerà con l'approvazione della proposta di legge che la giunta regionale ha licenziato qualche settimana fa. "Con la nostra legge – prosegue il presidente - abbiamo attuato il riordino delle competenze regionali, a noi richiesto dalla legge Del Rio, basandoci su tre principi: il principio di vicinanza (laddove possibile sempre meglio decentrare per essere più vicini al cittadino), di adeguatezza (alcune questioni devono essere invece gestite da adeguata distanza) e di separazione (i cittadini devono avere ben chiaro qual è l'ente competente a seconda della materia). In quest'ottica abbiamo deciso di riportare alla Regione le competenze su agricoltura, ambiente e formazione stabilendo un termine di tre mesi per definire il transito del personale dalle Province nell'ambito di queste funzioni".

Leggi tutto...

Regione, in commissione mobilità e casa consultazioni sugli alloggi Erp

Sono cinque, una della Giunta e cinque di iniziativa consiliare, le proposte legge in materia di alloggi Erp, all'attenzione della commissione mobilità e casa del Consiglio regionale toscano. La commissione presieduta da Fabrizio Mattei (Pd), spiega una nota, ha avviato oggi una serie di consultazioni sulla proposta legge della Giunta. L'obiettivo, ha spiegato Mattei, "è unificare i testi presentati sul patrimonio immobiliare e arrivare entro fine legislatura ad una legge unica che normi la disciplina Erp". In commissione sono stati ascoltati oggi i rappresentanti dei Lode (livello ottimale d'esercizio d'ambito) di Pisa, Arezzo, Livorno, Siena, Grosseto e Lucca che hanno espresso un apprezzamento generale per i cambiamenti da apportare ad una normativa "ormai vecchia".

Leggi tutto...

Accordo province: Uil soddisfatta, Cgil chiede alle istituzioni maggiore unità

palazzoducale"L'accordo sulle Province firmato in Toscana tra Regione, Anci e organizzazioni sindacali rappresenta un punto di avanzamento rispetto ad un panorama nazionale di caos normativo e insufficienza di risorse. E' un primo risultato importante nella direzione della tutela dei servizi, di salvaguardia dell'occupazione e valorizzazione delle professionalità", dichiarano Cgil e Fp Cgil Toscana. Che aggiungono: "La Cgil, le Fp Cgil e le mobilitazioni delle lavoratrici e lavoratori di questi ultimi mesi hanno sollecitato le istituzioni toscane ad individuare una strada che, riformando il sistema, riqualificasse i servizi e desse risposte a cittadini e lavoratori con un'attenzione anche ai precari e al personale degli appalti e delle partecipate. L'accordo traccia questo percorso. Ora l'impegno di tutti deve essere quello di dare corpo ai contenuti sostenendoli nei futuri atti e nel proseguo del confronto, con l'obiettivo primario di migliorare il rapporto tra i cittadini e le amministrazioni pubbliche".

Leggi tutto...

Riforma sanità, Mugnai (Fi): "Sindaci e medici in rivolta"

"Per controllare al meglio le spese si preferisce accentrare ed omogeneizzare la realtà sanitaria attraverso una programmazione verticistica e autoritaria". Lo afferma l’intersindacale medica della Toscana in una nota fitta di considerazioni, tutte criticissime, sulla riforma sanitaria made in Rossi. A riflettere sui contenuti di quello scritto è oggi il vicepresidente della Commissione sanità del Consiglio regionale della Toscana Stefano Mugnai (Fi). "Dal Pd – ricorda – qualche settimana fa venimmo additati come coloro che muovevano alla proposta di riforma della sanità rilievi pretestuosi e strumentali. Evidentemente non era così, se oggi non c’è cronaca locale dei quotidiani che non riporti critiche e obiezioni dei Comuni e degli operatori sanitari, mentre dal fronte dei medici l’intersindacale scrive cose come quella sul controllo della spesa. La quale, per inciso, non ci coglie di sorpresa: basta tener conto delle inchieste sui bilanci aperte in questi ultimi cinque anni da parte di varie procure, Massa in testa, per comprendere come esista un bisogno politico di controllare, sottolineo sempre politicamente, la contabilità sanitaria".

Leggi tutto...

Accordo Regione-enti per ricollocazione personale province: domani la firma

Enrico-RossiImportante appuntamento, domani 4 febbraio, per quanto concerne il futuro dei dipendenti delle province in Toscana: Regione, Anci, Upi e sindacati sottoscriveranno infatti un'intesa sul trasferimento e ricollocazione del personale medesimo e sul confronto che proseguirà al tavolo regionale sulla riorganizzazione degli enti. L'accordo sarà siglato alle ore 14 nella sala Pegaso di Palazzo Strozzi Sacrati, in piazza del Duomo 10, a Firenze (sede della presidenza della Regione). L'accordo verrà illustrato nello specifico dal presidente della regione Toscana Enrico Rossi e dall'assessore alla presidenza e al rapporto con gli enti locali Vittorio Bugli.

Leggi tutto...

La Francigena protagonista all'istituto italiano di cultura di Bruxelles

Tutto esaurito all'Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles dove, oggi pomeriggio, si è svolto l'incontro La Via Francigena: un cammino europeo, organizzato dalla Regione per presentare ad un pubblico qualificato (associazioni culturali, rappresentanti di istituzioni europee e operatori turistici) il percorso toscano della via della fede: la Toscana è l'unica regione europea ad aver recuperato interamente questo cammino.

Leggi tutto...

Testo unico sul turismo, Nocentini: "Serve per qualificare meglio l'offerta, che si sta facendo varia e diffusa"

"Il testo che abbiamo proposto non introduce alcuna modifica sulle regole che riguardano le strutture alberghiere, mentre le poche introdotte sulle altre strutture ricettive vanno piuttosto nel senso di qualificare sempre meglio un'offerta che si sta facendo varia e diffusa, ma anche per contrastare l'economia sommersa". Questa la risposta a caldo dell'assessora regionale al turismo Sara Nocentini alla presa di posizione sulla proposta di riforma del testo unico sul turismo avanzata dalle associazioni di categoria, che ne chiedono il ritiro da parte della giunta regionale. "Comprendo che possa non esserci una totale convergenza sul testo - aggiunge Nocentini - ma quanto presentato in Giunta è quello portato in concertazione, che tiene conto anche del dibattito emerso con le parti. Non andiamo certo ad alimentare forme di abusivismo, al contrario. E per quanto riguarda la tassa di soggiorno, la competenza non rientra tra quelle regionali". "Resto aperta ad ogni confronto – conclude Sara Nocentini - sfruttando il percorso di discussione che si aprirà nel corso dell'esame della proposta in Consiglio regionale".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Libri

Giornalismi

Newsletter