Menu
RSS

La Regione aiuta a diventare imprenditori: via al bando

autoimprenditorialita01Creare un'azione, su tutto il territorio regionale, in grado di sviluppare l'autimprenditorialità puntando sul miglioramento dell'occupazione lavorativa dei giovani e degli adulti, siano essi inoccupati, inattivi o disoccupati, facendo acquisire loro, attraverso la partecipazione a percorsi formativi mirati e specifici, le competenze necessarie per dare avvio a progetti di impresa o di lavoro autonomo e alla successiva gestione dell'attività imprenditoriale.

Questo è l'obiettivo del bando, che rientra nel progetto Giovanisì, rivolto ad associazioni temporanee di impresa o di scopo a favore di oggetti inattivi, inoccupati e disoccupati. La Regione Toscana, per questo, ha approvato l'avviso pubblico per il finanziamento di percorsi e servizi integrati concernente l'orientamento, la formazione e la consulenza per la creazione d'impresa e di lavoro autonomo.
"Si tratta di un bando il cui scopo è migliorare ed innalzare il numero di giovani, ma anche di adulti, che intendono scommettere su sé stessi. La Regione, con questo avviso, si rivolge ad inoccupati, inattivi o disoccupati, confermando la sua azione concreta a favore della creazione di nuove opportunità e sbocchi lavorativi", spiega l'assessore ad Istruzione, formazione e lavoro, Cristina Grieco. "Il bando rientra nel progetto Giovanisì. In Toscana ci si è posti e ci si pone l'obiettivo di favorire progetti di impresa o di lavoro autonomo fornendo a chi ne usufruisce strumenti utili a gestire la successiva attività imprenditoriale attraverso la partecipazione a percorsi formativi mirati e specifici. Per questo abbiamo messo in campo, complessivamente, oltre 3 milioni 200 mila euro".
Il bando prevede due diverse azioni. Una è relativa ai percorsi e ai servizi integrati per la creazione di impresa e lavoro autonomo aventi come destinatari i giovani fino a 29 anni, se inattivi, inoccupati o disoccupati. L'altra, invece, prevede analoghe azioni ma ha come destinatari soggetti adulti, con età superiore ai 30 anni, sempre se inattivi, inoccupati, disoccupati. Per l'attuazione dell'avviso pubblico, complessivamente, è disponibile la cifra di 3 milioni 248 mila 754 euro, previsti a valere sul Por obiettivo Investimenti a favore della crescita dell'occupazione del Fondo sociale europeo 2014-20. Per l'azione a favore dei giovani è previsto uno stanziamento di 1 milione 920 mila 639 euro, per quello a favore degli adulti 1 milione 328 mila 115 euro. Le domande da parte dei soggetti interessati, dopo che l'avviso è stato pubblicato sul Burt, dovranno pervenire entro e non oltre le ore 23.59 del prossimo 22 giugno. Per la provincia di Lucca sono destinati 154.651,66 euro (adulti) e 201.622,53 (giovani).

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Libri

Giornalismi

Newsletter