Menu
RSS

Massarosa, approvato il bilancio di previsione 2018

Comune di massarosaNella seduta del Consiglio comunale di Massarosa tenutasi ieri (1 marzo), i partiti che sostengono la maggioranza hanno approvato il Bilancio di previsione 2018. Il Bilancio di previsione, che ha ottenuto il parere favorevole del Collegio dei revisori dei conti, si caratterizza per l’invarianza della pressione fiscale dove la Tari, se pur di poco, è ancora diminuita dopo che negli ultimi 4 anni è stata abbassata di un milione di euro nonostante l’estensione della raccolta dei rifiuti porta a porta.
Tra le altre misure previste, rimangono invariate le tariffe a domanda individuale (asili, trasporti, mense). Anche per quest’anno, è stato siglato l'accordo con i sindacati che va a tutela delle fasce più deboli, che estende i servizi sociali e amplia la piattaforma delle esenzioni sulla Tari.
Altri aspetti tecnici sono la riduzione dell'indebitamento, la bassa spesa per interessi, il miglioramento delle riscossioni, il recupero dell'extradeficit degli anni 2015, 2016 e 2017, il recupero delle morosità, la riduzione della spesa attraverso nuove gare (assicurazioni, mensa e trasporti).

Leggi tutto...

Approvato il bilancio di previsione 2018 a Seravezza

ricctarabellaNella seduta di ieri sera (28 febbraio) il consiglio comunale di Seravezza ha approvato il pacchetto di provvedimenti legati al bilancio di previsione 2018. Una manovra da circa 19 milioni di euro che, come già anticipato, prevede entrate e uscite in pareggio, nessun taglio ai servizi erogati e nessun significativo aumento di aliquote o tariffe. Restano infatti invariate rispetto allo scorso anno le condizioni di applicazione dell’addizionale Irpef e degli altri tributi minori, la maggiorazione Tasi allo 0,8 per cento sui fabbricati diversi da prime case e insediamenti produttivi e le tariffe dei servizi a domanda individuale (mense, colonie, impianti sportivi, trasporti scolastici, illuminazioni votive). Immutate rispetto al 2017 anche le stime relative alle entrate tributarie ordinarie, alle entrate da servizi ed ai trasferimenti statali. L’unico leggero rialzo riguarda la Tari – stimato mediamente in +1,2 per cento sulle abitazioni e in +1,6 per cento sulle aziende – che arriva dopo due anni consecutivi di ribassi (-8 per cento in due anni) e, come spiegato in aula, a fronte di un potenziamento dei servizi resi alla collettività (spazzamento meccanizzato e revisione del sistema di raccolta di prossimità nelle frazioni montane), l’introduzione di nuovi meccanismi di abbattimento della tariffa ('conferimento premiante') e un ampio ventaglio di agevolazioni ed esenzioni legate al reddito dei nuclei familiari. Tra le voci di spesa in bilancio risaltano gli stanziamenti ai settori dell’ordine pubblico e della sicurezza (poco meno di 571mila euro), della scuola (circa 786mila euro) e del sociale (1 milione 317 mila euro). Consistente anche il capitolo delle opere pubbliche, con spese di investimento che superano i 6,4 milioni di euro. Il Consiglio comunale ha poi rinviato a una prossima seduta la discussione del regolamento in materia di accesso civico e ha chiuso successivamente i lavori senza discutere gli ultimi quattro punti all’ordine del giorno per il venir meno del numero legale. Verificata infatti la consistenza numerica del gruppo di maggioranza in quella fase del dibattito (sette consiglieri più il sindaco), i cinque componenti delle opposizioni più il consigliere Sonia Domenici hanno abbandonato l’aula decretando in tal modo l’automatica fine dei lavori.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter