Menu
RSS

Contrasto al gioco d'azzardo, adeguata la legge regionale

videopoker 300x200Il consiglio regionale approva a larga maggioranza, con 24 voti a favore e 4 voti di astensione (Lega), una modifica alla legge regionale 57/2013 per la prevenzione del gioco d'azzardo patologico. Si tratta di un adeguamento del preambolo della legge sulla quale l’Assemblea toscana è di recente intervenuta con significativi aggiornamenti all’inizio di quest’anno. La modifica arriva per ragioni di coordinamento tecnico, a seguito di un’eccezione del Ministero dell’Interno sulla formulazione di un comma del preambolo, per una più appropriata esplicitazione delle potestà esercitabili dalla Regione in materia di giochi leciti, al fine di tutelare categorie di persone socialmente a rischio e per la prevenzione della ludopatia.

Leggi tutto...

Rinnovi degli incarichi, modificata legge regionale

consiglioregNel rispetto dei limiti previsti dalla legge regionale sugli incarichi per nomine o designazioni, l’assemblea toscana ha precisato che non devono essere computati i mandati svolti da uno stesso soggetto nella stessa carica, quando la designazione è fatta da soggetti esterni alla Regione. La legge relativa è stata approvata oggi in aula, a maggioranza, con il voto favorevole del Partito democratico dal quale si è dissociato Paolo Bambagioni e i voti contrari anche di Sì-Toscana a sinistra, M5S, Gruppo misto, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Lega nord.

Leggi tutto...

Dipendenza dal gioco, approvata la nuova legge regionale

slotmachineVia libera a maggioranza (28 voti a favore, nessun voto contrario, astenuto il gruppo della Lega) alla legge su prevenzione e contrasto delle dipendenze da gioco d’azzardo patologico. Le nuove norme, già frutto di un lungo lavoro in commissione rimarcato nel dibattito e precisato da Stefano Scaramelli – ritirati altri due testi di legge presentati da Marco Stella e da Serena Spinelli, convenuti sul lavoro condiviso nell’organismo consiliare – sono state illustrate all’assemblea. La consigliera Spinelli ha ricordato le ragioni di competenza che limitano l’azione della Regione. La Toscana si era già dotata di legge sul contrasto del gioco d’azzardo patologico (2013), ha istituito dell’Osservatorio (votato dal Consiglio) e comunque fin da prima aveva intrapreso l’attività di formazione degli operatori. Con la normativa al voto, cui ha collaborato anche Anci, si scende nello specifico delle azioni che si accompagnano all’azione preventiva, fermo restando che le licenze non le rilascia la Regione e che la cosa migliore resta quella di non giocare.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Newsletter