Menu
RSS

Montemagni: "Versilia nel mirino di organizzazioni mafiose"

IMG 4294Elisa Montemagni, capogruppo in Consiglio regionale della Lega, interviene facendo seguito all'allarme lanciato nei giorni scorsi da alcuni albergatori versiliesi, che temono "infiltrazioni della malavita organizzata nel loro ambiente di lavoro". "E’ particolarmente apprezzabile -afferma il Consigliere- il pronto intervento del Ministro dell’interno, Matteo Salvini, che ha immediatamente recepito quanto sopra riferito, dicendosi pronto ad analizzare concretamente le preoccupazioni espresse dai proprietari degli alberghi presenti in Versilia. Siamo certi, quindi - precisa Montemagni - che il responsabile del Viminale, anche tramite il decreto sicurezza, saprà, quindi, dare risposte certe ed esaurienti agli imprenditori versiliesi che, sicuramente, non verranno mai lasciati soli. Matteo Salvini - conclude Elisa Montemagni - ha, infatti, fin qui ampiamente dimostrato di essere molto attento e reattivo nel contrasto ad ogni tipo di criminalità".

Leggi tutto...

Mafia, Lucca quarta in Toscana per confische

  • Pubblicato in Cronaca

Schermata 2018 09 21 a 17.07.07La criminalità organizzata pare aver imparato a fare squadra. E' una della conclusioni a cui arriva il secondo rapporto annuale sui fenomeni di criminalità organizzata e corruzione in Toscana: un'analisi, condotta anche stavolta dalla Scuola Normale di Pisa su commissione della Regione, che approfondisce i contenuti della prima edizione presentata nel 2017 e traccia i contorni assunti in Toscana da mafie e corruzione, dando conto delle nuove dinamiche di espansione. E i dati calati nel locale assegnano a Lucca una posizione non di vanto, per quello che riguarda i beni confiscati: la nostra provincia infatti è quarta in Toscana, con il 10% dei provvedimenti eseguiti su base regionale.

Leggi tutto...

Ecomafie, Toscana al sesto posto in Italia

  • Pubblicato in Cronaca

legambientemafieUn boom di sequestri, arresti, denunce e infrazioni accertate. Nonostante nella lotta contro le ecomafie si stia percorrendo la strada giusta con la legge in vigore sugli ecoreati, ci sono ancora molte criticità da affrontare e sanare. I numeri e le storie del Rapporto Ecomafia 2018 sono stati presentati oggi (13 luglio),  a Legambiente, con la partecipazione di Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana, Nino Morabito, coordinatore nazionale ambiente e legalità di Legambiente, don Andrea Bigalli, referente regionale di Libera e del colonnello Luigi Bartolozzi, comandante dei carabinieri forestali di Firenze.
Nel merito, la Toscana mantiene la posizione più alta in classifica tra le regioni del centro-nord e resta stabile al sesto posto nella classifica nazionale, subito dopo quelle a tradizionale presenza mafiosa: Campania, Calabria, Sicilia, Puglia e Lazio. A parlare ancora una volta sono i numeri: 2138 infrazioni accertate (corrispondenti al 7,1 per cento sul totale dei reati accertati su scala nazionale). In linea generale, quest’anno si registra un peggioramento nel settore del cemento illegale (sale dal settimo al sesto posto) e in quello dei rifiuti dove, sempre in negativo, sale dal sesto al quarto posto nella classifica italiana. Peggiora lo status toscano anche su archeomafie e incendi dolosi.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Libri

Giornalismi

Newsletter