Menu
RSS

Monica Piovi nuovo direttore di Estar

piovi monica02Monica Piovi è stata nominata, con i voti della sola maggioranza, nuovo direttore generale dell’Estar, l’ente di supporto tecnico amministrativo regionale. L’Estar è stato istituito nel 2014 con l’obiettivo di ottimizzare la spesa regionale destinata ai beni sanitari e si occupa per conto di tutti gli enti che operano nel servizio sanitario toscano, di approvvigionamento di beni e servizi, di tecnologie dell’informazione e della comunicazione; di tecnologie sanitarie, di procedure concorsuali e selettive per il reclutamento del personale, di gestione delle procedure di gara.
Piovi, una carriera tutta spesa in Regione Toscana e nell’ambito sanitario, ha esposto in Commissione Sanità i suoi obiettivi: "L’Estar è e deve restare un ente strumentale, a servizio delle aziende. La mission è quella di garantire un equilibrio fra sostenibilità economica e migliore prestazione tecnologica di prodotti, beni e servizi e di fornire il prodotto giusto al paziente giusto".

Leggi tutto...

Prerogative dei consiglieri, mozione chiede di garantire pieno rispetto dello Statuto regionale

gianiAll’unanimità il consiglio regionale impegna il presidente della giunta all’applicazione “piena e compiuta” dell’articolo 9 dello statuto sulle prerogative dei consiglieri, che hanno il diritto di accedere agli uffici della Regione e di ottenere la documentazione e le informazioni in loro possesso. L’assemblea legislativa toscana ha infatti approvato una mozione, sottoscritta da numerosi consiglieri e tutti i presidenti dei gruppi. Ad illustrarla in aula è stato il primo firmatario, Paolo Bambagioni (Pd). “Il testo ha per oggetto l’Abc della democrazia – ha detto – Chi è eletto deve avere accesso agli atti nei tempi utili per poter svolgere la sua funzione ispettiva”. Viceversa, ha ricordato Bambagioni, nel luglio 2016 il Direttore generale della Giunta ha diramato una circolare nella quale chiedeva ai vari direttori di area di riferire a lui nel caso i consiglieri avessero chiesto informazioni. “Questo ha comportato un rallentamento generalizzato – ha osservato Bambagioni – Alcuni direttori hanno addirittura negato l’accesso, dicendo che prima dovevano essere visti dal direttore generale. E’ una cosa gravissima. Nessun tipo di censura, né diretta né indiretta, palese o nascosta, può essere tollerata”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Libri

Giornalismi

Newsletter