Menu
RSS

Alloggi Erp, consultazioni sul riordino della normativa

casepopolariRiordino della normativa regionale sull’edilizia residenziale pubblica: la commissione Sanità e politiche sociali, presieduta da Stefano Scaramelli (Pd), dedicherà la giornata di giovedì 3 maggio a consultazioni e audizioni su quello che si presenta come una sorta di testo unico. “Una giornata di ascolto, con enti locali, Anci, Upi, Uncem, università, rappresentanti dei Lode, associazioni di categoria, sindacati, associazioni degli inquilini”, ha annunciato il presidente Scaramelli, dalla quale partire per l’analisi e l’elaborazione della proposta di legge sull’edilizia residenziale pubblica.
Dopo la giornata aperta alle consultazioni, la commissione entrerà nella fase del confronto politico tra i gruppi consiliari, già avviato in questa fase preparatoria, per presentare emendamenti, licenziare il testo e consegnarlo all’esame dell’aula. Sul tavolo della commissione, anche tre proposte di legge di iniziativa consiliare sullo stesso tema, presentate da Giovanni Donzelli (Fratelli d’Italia) – una sulla determinazione del canone sociale di locazione e un’altra sulla determinazione del vincolo di residenza – e da Marco Stella e Stefano Mugnai (Forza Italia) in merito ad assegnazione, gestione e determinazione del canone di locazione degli alloggi Erp.

Leggi tutto...

Case popolari, ecco 3 milioni per le ristrutturazioni

casepopolariTre milioni di euro per interventi agli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Questo è quanto deciso durante la seduta del Lode (l'organo di indirizzo politico sull'edilizia popolare la cui assemblea raccoglie i rappresentanti di tutti i comuni della provincia di Lucca) convocata lo scorso 28 marzo, in cui è stato approvato all'unanimità il piano operativo di reinvestimento, lo strumento che permette di distribuire le risorse disponibili, impegnate con il proposito di rinnovare e adeguare gli immobili di edilizia residenziale pubblica che soffrono i segni del tempo. I fondi sono stati investiti per la manutenzione degli immobili individuati nella ricognizione (1 milione e 200 mila euro circa); per la ristrutturazione degli alloggi di risulta (1 milione e 400 mila euro); per l'efficientamento energetico con la sostituzione delle vecchie caldaie con nuove a condensazione e la sostituzione di infissi (500 mila euro). Non appena disponibili, ulteriori 2 milioni e 700 mila euro, saranno completate le ristrutturazioni e programmati ulteriori interventi per alloggi di risulta. A questo proposito, i tecnici Erp hanno redatto una lista di priorità, identificando gli interventi più urgenti.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter