Menu
RSS

Bini avverte: “Lucchese dovrà essere ceduta”

  • Pubblicato in Sport

stadiolu“Attendiamo il giudizio della Covisoc, consapevoli che la situazione resta delicata. Allenatore e giocatori? Ci penserà chi verrà dopo di noi, abbiamo fatto soltanto da traghettatori”. A dirlo è Carlo Bini, tornato in carica pro tempore come amministratore unico della Lucchese. Dopo la corsa contro il tempo di ieri, con lo stesso Bini ed il segretario generale Marcella Ghilardi che hanno depositato il ricorso in extremis (Leggi), insieme a tutti i documenti utili, il fiato resta sospeso in attesa del verdetto, che verrà emesso il 19 luglio. Se dovesse rivelarsi positivo, come tutti si auspicano dopo gli avvenuti pagamenti, ci sarà da pensare - e in fretta, ancora una volta - al lato sportivo. Ma una cosa è chiara: non sarà chi è intervenuto ieri, per salvare la Lucchese, a gestire la cosa.

Leggi tutto...

Lucchese, in extremis il ricorso alla Covisoc

  • Pubblicato in Sport

biniluccheseLucchese, è stata corsa contro il tempo, ma il ricorso contro la decisione della Covisoc di escludere la società rossonera dal campionato di serie C è stato depositato in extresmis, a Roma. Proprio nell’ultimo giorno utile e nell'ultima ora utile per evitare l'esclusione dal campionato di serie C, ecco il tentativo finale.
Una giornata convulsa, iniziata di prima mattina e proseguita fra colpi di scena e notivà ora dopo ora. La principale novità riguarda il fatto che l'ex patron Lorenzo Grassini ha ceduto le sue quote direttamente a Carlo Bini, che torna amminstratore unico: dietro di lui, evidentemente, ci sono Arnaldo Moriconi ed il futuro socio di maggioranza del club, di cui ancora non si conosce volto e identità.
Tutto è cominciato questa mattina (16 luglio), con la riunione nello studio del commercialista Matteo Benigni, a san Concordio: presenti il dg Fabrizio Lucchesi, l’amministratore unico Gianni Ferruzzi e il segretario generale Marcella Ghilardi. Con loro ecco anche l’ex amministratore unico Carlo Bini. In una manciata di ore arrivano le dimissioni di Lucchesi e Ferruzzi e, in questo modo, la società passa direttamente nelle mani di Carlo Bini, nuovo amministratore unico - evidentemente solo pro tempore - per cercare l’impresa. Pronti gli assegni circolari per pagare stipendi e contributi, con il club che proprio in questi momenti sta provvedendo al pagamento. Alle 14 circa la ricapitalizzazione della società è completata. Nel frattempo, ecco che una delegazione parte alla volta di Firenze per prendere, da lì, il treno in direzione Roma: l’obiettivo è quello di presentare il ricorso alla Covisoc in tempo utile. "Stiamo facendo una corsa contro il tempo - commenta Carlo Bini, raggiunto al telefono da Luccaindiretta - e siamo messi molto male. In questo momento chiediamo a tutti di lasciarci lavorare, perché ogni attimo potrebbe essere fondamentale". A Roma viene portato a mano l'assegno circolare da 9mila euro che vale a titolo di cauzione, mentre la prova del apgamento di stipendi e contributi viene inviata via mail, per accelerare i tempi. 

Leggi tutto...

Lucchese, un altro giorno ad aspettare il miracolo

  • Pubblicato in Sport

stadio porta elisaFine della corsa, allungamento dell’agonia, soluzione in extremis. Per la Lucchese quella di domani (16 luglio) è un’altra di quelle giornata che, nel bene e nel male, è destinata a entrare nella storia.
L’ennesima scadenza di questa estate 2018 sono le 19 del lunedì, orario entro il quale la Lucchese potrà/dovrà presentare ricorso contro la mancata iscrizione stabilita dalla Covisoc con una nota che più che un elenco di manchevolezza sembra un bollettino di guerra.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter