Menu
RSS

Gesam Gas, immediato riscatto con Fila S.Martino

 IMI6060Gesam Gas – Fila San Martino 81-73 (20-13, 46-31, 63-46)
GESAM GAS LUCCA: Striulli 3, Drammeh 17, Roberts 11, Nicolodi 6, Crippa 5, Malchiori 6, Battisodo 15, Tognalini 3, Brunetti, Salvestrini ne, Udodenko 15, Nottolini ne. All. Barbiero
FILA SAN MARTINO: Oroszova 15, Mahoney 21, Filippi 2, Bailey 16, Gianolla 4, Tonello, Amabiglia ne, Fassina 2, Keys 12, Beraldo. All.: Abignente

Immediato riscatto per la Gesam Gas Lucca Le Mura dopo il ko interno con Schio. Contro Fila San Martino le ragazze di Barbiero conquistano i due punti anche se la gara non è una passeggiata contro la formazione delle ex Mahoney e Gianolla. Avvio positivo per le biancorosse che chiudono metà gara con un rassicurante +15. Nella ripresa sembra confermarsi la supremazia della formazione lucchese ma nell'ultimo quarto le avversarie mettono paura e si avvicinano. Ma il quintetto di Barbiero mantiene comunque un vantaggio di sicurezza fino alla sirena.
Lucca parte col freno a mano tirato restando senza segnare per 4 minuti, di contro San Martino non ne approfitta se non per allungare sul 6 a 2. Parziale subito rintuzzato dalle biancorosse che si mettono in partita prima con Nicolodi e poi con Drammeh prima che le triple di Melchiori e Udodenko (partita ancora dalla panchina) lancino l’allungo fino al 17-10 Gesam Gas & Luce.
Lucca arriva anche al +10 dopo un’altra tripla dell’ucraina subito rintuzzata dalla risposta dai 6,75 di Keys. Il primo quarto si chiude sul 20-13 per le ragazze di casa. Il secondo quarto parte ancora con la tripla di Battisodo ben trovata da Drammeh, la svedese pesca poi Nicolodi per il canestro del +12 che costringe Abignente al time-out. La difesa ospite si fa più aggressiva ma Roberts con un bel canestro spinge ancora le biancorosse al 27-13.
Bailey prova a caricarsi la squadra sulle spalle ma la mano delle ragazze lucchesi è calda e arrivano le triple di Drammeh e Melchiori per lanciare Lucca al +19 (36-17) a 6.06 dall’intervallo.
Abignente allunga la sua difesa, l’effetto sortisce buoni effetti, un parziale di 6-0 che impone a coach Barbiero il minuto di sospensione. La pressione giallonera non accenna a diminuire e Mahoney trova il canestro del -11 che allunga il parziale a 8-0. Ci pensa Battisodo a restituire fiato all’attacco biancorosso ma San Martino prova a restare a contatto coi tiri liberi sfruttando il bonus raggiunto da Lucca, prima Keys e poi Oroszova respingono il nuovo allungo lucchese. Lucca continua ad eseguire bene, Drammeh (11 punti nel primo tempo) e Udodenko (10 punti) rilanciano l’azione biancorossa, si va all’intervallo sul 46-31 per le campionesse di Italia.
Il secondo tempo parte subito con un bel canestro di Roberts che corregge un suo errore, cui seguono i canestri di Oroszova, Drammeh e ancora Roberts per il massimo vantaggio Lucca (52-33) che spingono Abignente a chiamare time-out dopo meno di 2 minuti dall’inizio del terzo quarto.
La difesa di Lucca è rebus difficile da risolvere per le ospiti che faticano e non poco a trovare il fondo della retina (2 punti in 4 minuti di gioco) di contro si mettono in partita anche Striulli e Tognalini per il +26 a 15 dal termine. San Martino prova a ricucire con l’aggressività difensiva e costruisce un parziale di 10-2 ma si va comunque all’ultimo mini-intervallo sul 63-46 Gesam Gas & Luce. Tutto finito? Nemmeno per sogno perché nelle file ospiti gioca la ragazza con la maglia numero 4, Megan Mahoney (21 punti) che si carica le compagne sulle spalle e le spinge fino al -6 a 4 dal termine. Quando si accende anche Bailey (16 punti) scorre un brivido freddo sulla schiena dei sostenitori biancorossi. 5 punti in fila di Udodenko sembrano riportare il sereno ma le ospiti sono a -5 a 2 minuti dal termine. A scacciare la paura ci pensa alla fine Battisodo che non trema dalla lunetta, il finale è 81-73.

Il commento di Barbiero
A fine gara è visibilmente soddisfatto coach Loris Barbiero: “Siamo partiti contratti, forse, con la testa ancora alla falsa partenza contro Schio, poi ci siamo sciolti e abbiamo fatto decisamente bene. Loro sono rientrate nel finale perché abbiamo abbassato l’intensità difensiva, peccato per la differenza canestri”.
Un pensiero anche alla classifica e alla buona prova di Udodenko “Non valuto la classifica a questo punto del torneo, l’unica cosa che posso dire è che con 7 giocatrici nuove e lo staff tutto rinnovato ci siamo qualificati per le final four di Coppa Italia con una giornata di anticipo nonostante abbiamo giocato 5 gare senza una straniera. Questa è una squadra con grande potenziale e su quello dobbiamo insistere a lavorare, quando riusciremo ad inserire al meglio anche Udodenko faremo un ulteriore salto di qualità”.

Le foto di Andrea Simi

Ultima modifica ilDomenica, 26 Novembre 2017 22:35

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter