Menu
RSS

Cessione Lucchese, Sundas 'svela' sms trattativa

sundas alessio 2La cessione della Lucchese continua ad avere i toni della telenovela. Dopo l'incontro di ieri fra i soci e l'amministrazione comunale, nuovamente interlocutorio, oggi agli onori della cronaca torna il promoter sportivo Alessio Sundas. Dopo le smentite sulla trattativa da parte della Lucchese, infatti, Sundas non ci sta e 'svela' (allegando anche gli screenshot) gli sms che gli sarebbero arrivati dall'imprenditore Arnaldo Moriconi. Messaggi in cui si confermerebbe il contatto per tentare di vendere la società.

Una ricostruzione che scende nei dettagli quella dell'amministratore delegato della società Sport Man. "Punto primo: in data 22 dicembre alle 20,47 - scrive - ho ricevuto da un'utenza di cellulare (che corrisponde a quella di Arnaldo Moriconi, ndr) numerose telefonate. Vista la tarda ora ero a casa con la mia famiglia e visto che non conoscevo il numero, ho scritto alle 20.48 un sms dal mio numero: Chi desidera?. Successivamente il suddetto numero sconosciuto ha richiamato più volte invece di rispondere via sms. Alle 20,51 mi ha scritto Sono della Lcchese, posso parlare con lei. Alle 20,52 ho risposto con un sms La chiamo domani. Un minuto dopo ricevo un sms sempre dalla sopracitata utenza Mi chiamo Arnaldo Moriconi. Dal giorno 22 al giorno 26 dicembre Moriconi ha chiamato numerose volte la mia utenza cellulare, con un'insistenza quasi imbarazzante, tanto che pensavo che fosse uno scherzo. Così, alle 20,48 del 26 dicembre mi ha chiamato nuovamente e immediatamente ho scritto un sms, visto che ero in settimana bianca con la mia famiglia, mi trovavo in montagna e non avevo pertanto linea e quindi ho chiesto di scrivermi. Alle ore 20,52 mi ha scritto questo messaggio: Sono socio della lucchese e visto il suo interesse posso trattare per la cessione di quote mi chiami grazie. Arnaldo Moriconi. Visto l’importanza dell’argomento e le molte telefonate ricevute dal Moriconi, ho proposto di chiamarlo l’indomani (visto che scendevo in paese dove c’era linea per effettuare la telefonata). Il Moriconi ha fissato per una riunione telefonica per parlare della cessione delle quote della Lucchese dopo le 11. Così il giorno 27 alle 11 circa, ci siamo sentiti telefonicamente per la suddetta riunione dove abbiamo parlato della Lucchese e in modo particolare il signor Moriconi ha quantificato il valore delle quote che il consiglio d’amministrazione aveva dato possibilità di cessione, in 10mila euro a quota, inoltre mi ha comunicato che la società ha un bilancio annuale di costi di gestione per un milione e 300 mila euro; infine mi ha riferito che la Lucchese è composta da una società che detiene l’83 per cento ed altri soci. Mi ha chiesto in quanto tempo intendevo reperire sponsor per investire nel club ed io ho risposto che mi sarei attivato immediatamente per divulgare la notizia".
"Specifico che è prassi, per il reperimento di sponsor - spiega Sundas - fare un certa costruzione mediatica dell’operazione affinché si possa poi contattare le aziende in modo convincente. Insinuare, come fa qualcuno, che mi faccio pubblicità è assolutamente sbagliato: la notorietà non mi permette di fare la spesa gratis, o di avere altri benefici. Ovviamente, affinché un’azienda investa in piccole realtà, si deve costruire un grande riscontro pubblicitario che solo i grandi brand hanno (vedi Juventus, Barcellona, Real Madrid eccetera) e non la Lucchese, con tutto il rispetto per il club toscano. Quindi ho preparato un comunicato stampa che si limitava a descrivere l’operazione che si stava costruendo per incentivare i possibili sponsor e ci siamo accordati, io ed il signor Moriconi, nel seguente modo: il giorno 3 gennaio in mattinata dovevamo incontrarci per scrivere il preliminare di vendita già deciso telefonicamente, di seguito ecco la bozza d’accordo. La Sport Man acquistava quote per un valore di 10mila euro per entrare nella società e successivamente entro due mesi, grazie agli sponsor reperiti nel frattempo, aumentare l’acquisto delle quote".
"Punto secondo - prosegue Sundas - Nella riunione telefonica, durata circa 40 minuti, ci siamo anche messi d’accordo sullo staff tecnico da cambiare e sui calciatori da portare in rosa, tant’è che oggi, inizio del calciomercato avremmo portato anche le varie schede tecniche dei nostri giocatori più validi. Pretendo le scuse del signor Moriconi per quanto dichiarato nei vari comunicati e dell’amministratore unico Bini, laddove ha dichiarato in un comunicato Sappiamo che personaggio sia Sundas. Che significa? Pretendo anche le sue scuse pubbliche".

Ultima modifica ilMercoledì, 03 Gennaio 2018 16:21

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter