Menu
RSS

Geonova, scontro al vertice con Pino Dragons al Palatagliate

IMG 1365Ultima partita del trittico di ferro: Virtus, Castelfiorentino e adesso l’Enic Firenze. Tre partite belle toste a cui è andata incontro, in chiusura di campionato, la Geonova, condotta da coach Piazza, l'unica casalinga delle tre, una partita importantissima che avrà bisogno del sostegno di tutto quanto il pubblico amico, serva questa cosa, anche da invito per tutti i tifosi e appassionati di basket perché affollino le gradinate del Palatagliate per sostenere la Geonova.

Domani (17 marzo) alle 19 scenderà a Lucca la Enic Firenze, più conosciuta come Pino Dragons: sarà uno scontro al vertice, tra due squadre che da inizio campionato stanno sgomitando per rimanere ognuna, da sola in testa alla classifica.
Sia la Geonova che il Pino sono reduci da una sconfitta subita la settima scorsa, i lucchesi l’hanno rimediata sul campo del Castelfiorentino, una sconfitta che potrebbe essere definita un vero e proprio incidente di percorso per come si è concluso l’incontro, di diverso tono invece la sconfitta subita in casa dai fiorentini ad opera della Virtus Siena, l’altra forte compagine che per diverse settimane ha vissuto in coabitazione con Geonova e Pino nell’attico della classifica.
Si preannuncia una bella partita, fisica e anche con qualche scintilla, i ragazzi di Piazza vogliono rifarsi di quei 21 punti che li condannarono alla prima sconfitta in campionato, nella decima giornata del girone di andata, un operazione difficile, ma non impossibile e comunque l’importante, più che ribaltare il risultato, è conquistare altri due punti, questo il “leitmotive” che il coach ripete da inizio anno come un mantra.
Cosa pensa del Pino coach Piazza lo ha spiegato molte volte e ora lo ribadisce: “L’ho sempre detto e sostenuto, per me il Pino è la squadra più forte, difficile da battere, sono molto fisici e hanno buoni giocatori”. Questa volta il coach non cita nessun avversario, non svela nulla, rigorosamente tutto top-secret, non vuol dare nessun tipo di vantaggio al Pino, né vuole far sapere cosa teme di più della squadra gigliata: nell’incontro dell’andata i fiorentini vinsero 83/62 e portano in doppia cifra ben 6 giocatori, ragazzi che rispondono al nome di Poltroneri, Passoni, Mangini e altri.
Alla fine però a Piazza, un messaggio scappa, forse però è più un monito indirizzato agli avversari: “beh se siamo primi, a pari punti con loro, un motivo ci sarà”. Insomma si dovrà stare attenti, ma l’Enic Firenze Pino Dragon è avvertita.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter