Menu
RSS

Castelnuovo, 'porte aperte' tra amarcord e nuove sfide

35144973 10216806488182516 8168082899891912704 nApertura e condivisione: è stato questo Porte aperte gialloblu, l’incontro pubblico organizzato dall’Us Castelnuovo Garfagnana alla Sala Suffredini. Volontari, collaboratori, sportivi e qualche curioso sono intervenuti alla serata ad ascoltare i massimi dirigenti della società garfagnina. Ad introdurre la discussione il sindaco di Castelnuovo Andrea Tagliasacchi e il presidente del consiglio comunale Francolino Bondi. Da Bondi un saluto alla platea e un plauso al lavoro svolto dalla società, in particolare un saluto al presidente uscente Andrea Baiocchi e ai nuovi presidenti Paolo Lenzi e Franco Becarelli. Il primo cittadino si è complimentato per l’idea della serata e per l’impostazione di un confronto aperto alla popolazione.

Attaccamento ai colori gialloblu e alla storia, sono stati i concetti espressi dal presidente Paolo Lenzi, quasi commosso nei ricordi di giovinezza. E’ passato poi ad introdurre gli argomenti della serata, ponendo l’accento sul settore giovanile e sul lavoro sociale del proprio impegno sportivo. Nei dettagli è poi entrato il copresidente Franco Becarelli che, avvalendosi dell’ausilio di una serie di diapositive, ha illustrato ai presenti cosa è e cosa fa quotidianamente la “macchina” Castelnuovo: un movimento che coinvolge quasi 450 persone, tra atleti, tecnici, dirigenti e volontari. Un numero che supera quota mille se consideriamo anche famiglie e altri soggetti che ruotano intorno al mondo “pallone”. Ha parlato poi delle tante iniziative organizzate nel corso della stagione e degli ingenti sforzi economici ma anche di energie umane messe in campo. Alla luce di ciò, la società garfagnina ha più volte sottolineato che non è un ambiente chiuso in se stesso ma le porte, come recita lo slogan dell’assemblea, sono aperte a chiunque voglia contribuire in qualsiasi maniera.
Gradito ospite della serata è stato il pilota pluricampione italiano di rally, nonché grande tifoso gialloblu, Paolo Andreucci, grande amico del responsabile della scuola calcio della società Dino Dini. Impeccabile nel moderare i vari interventi il giornalista Luca Dini. La serata è terminata con un brindisi augurale in un locale della zona, con l’auspicio che l’appello lanciato possa venire raccolto.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Newsletter