Quantcast

Rolling Stones, Bindocci: “Rassicurazioni su logistica”

E’ preoccupato il portavoce del Movimento Cinque Stella, Massimiliano Bindocci, per l’evento storico del concerto dei Rolling Stones sugli spalti delle mura di Lucca. “Indubbiamente – dice Bindocci – si tratta di un evento importante che renderà Lucca palco scenico della musica mondiale, ma la preoccupazione è tutta per la gestione dell’evento. Pur non avendo ancora visto le planimetrie, le 50mila persone paventate per lo spettacolo in programma sembrano davvero tante. Parliamo praticamente di una città intera, e guardando la zona dove dovrebbe tenersi il concerto sembra improponibile stipare 50mila persone adulte tutte a ridosso degli spalti delle mura, a meno che non si preveda di far stare per delle ore delle persone in un luogo recintato con una densità eccessiva”.

“Senza voler essere catastrofisti – dice ancora – e pensare ad altri episodi recenti che devono imporre una serie di cautele assolutamente necessarie, ma pensando semplicemente all’episodio di Torino non si può non vedere che in caso di problemi l’unica via di fuga sarebbe il lato della circonvallazione. Inoltre il problema dei parcheggi ci sembra enorme per ospitare un pubblico così, ed anche se preso per tempo si rischia di paralizzare l’intera città, visto che gli stalli sono in numero inadeguato. Insomma la logistica di questo evento, che per Lucca è una grande occasione, sembra davvero problematica, ed in caso di incidenti potrebbe esserci oltre al dramma per le persone coinvolte un danno di immagine per l’intera città. Si rischia l’effetto boomerang e tutta la città ha il diritto di essere informata sul fatto che per l’evento si siano prese tutte le dovute cautele e le contromisure opportune”.
“Ebbene è nostra intenzione chiedere al sindaco – prosegue Bindocci – di esporre pubblicamente, anche con una interrogazione specifica in Consiglio Comunale, tutte le informazioni sulla logistica dell’evento. Se non avremo le risposte adeguate chiederemo anche al prefetto un incontro per essere sicuri che tutto sia a posto. L’occasione di un approfondimento della gestione di un concerto del Summer Festival sarebbe anche propizia per fare assoluta trasparenza sulla vendita dei biglietti e poter avere il dato esatto ed incontrovertibile dei tagliandi venduti, ma soprattutto delle persone che entreranno. Credo che mai come stavolta sia importante. Questo per sedare polemiche passate e sopratutto e perché la trasparenza deve essere il mantra di una iniziativa in cui il pubblico butta dei soldi, una iniziativa che coinvolge – in questi caso stravolge – tutta la città. La trasparenza nella gestione ed uno studio attento dei bilanci del Summer Festival serviranno a capire meglio le logiche di questo circo”.
“Non vogliamo fare la Cassandra – conclude Bindocci – e ripetiamo che il Summer Festival è importante per Lucca e deve essere valorizzato, ma non si può prescindere dalla sicurezza, dal rispetto dei monumenti di Lucca e dalla certezza di assoluta trasparenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.