Armato di pistola tenta la rapina al distributore foto

di Roberto Salotti
E’ caccia al bandito solitario che è fuggito a mani vuote dopo aver tentato una rapina al distributore di carburante Quattro Petroli, di via di Poggio, a Santa Maria a Colle. A metterlo in fuga la coraggiosa dipendente della stazione di rifornimento, che pur essendo stata minaccia si è opposta e ha fatto scappare il malvivente. “Si è avvicinato e mi ha puntato una pistola contro”, racconta Maria, poco dopo aver affrontato il rapinatore: “Non sono riuscita a vederlo in faccia, perché oltre al casco aveva il volto coperto con un fazzoletto. Mi sono rifiutata di fargli il denaro e lui se ne è andato quando, per fortuna, è arrivata un’auto”.

E’ successo poco prima delle 11. Il rapinatore, secondo il racconto della donna, si è avvicinato a bordo di uno scooterone di colore grigio, indossando un casco integrale. Quando Maria (nella foto a fianco, ndr) si è avvicinata pensando che volesse fare di rifornimento lui l’ha minacciata con l’arma e ha chiesto l’intero incasso. La donna, spaventata da quell’imprevisto, non ha perso il controllo e si è rifiutata di consegnare il denaro. A quel punto, però, si è avvicinata un’auto per fare benzina e il rapinatore, temendo di essere sorpreso e acciuffato, si è allontanato in tutta velocità dall’area di servizio, senza portare via un centesimo.
Subito dopo, dal distributore di benzina, è scattato l’allarme. La telefonata al 112 ha fatto scattare immediatamente le ricerche in lungo e in largo del rapinatore: sul posto, in pochi minuti, sono piombati i carabinieri di Nozzano, mentre altre pattuglie hanno allestito posti di controlli in tutto l’Oltreserchio.
“Ero da sola nel distributore: sono una dipendente ma non mi sono fatta intimorire – racconta -: il rapinatore mi ha solo detto: ‘dammi i soldi’, ripeteva queste poche parole ma non sono riuscita a capire se avesse qualche accento particolare. Io sono rimasta immobile, e gli ho detto di no, che non gli avrei dato nulla. In quel momento sono stata salvata dall’arrivo dell’auto di un cliente. Il ladro si è rimesso in tasca la pistola ed è fuggito”.
Per ora le ricerche non hanno dato l’esito sperato, anche perché la commerciante non ha potuto prendere la targa del motorino, che il malvivente aveva coperto prima di presentarsi al distributore. I carabinieri hanno comunque acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza di cui è dotata l’attività, per ricostruire le fasi della rapina e arrivare ad acciuffare il malvivente in fuga.
FOTO – La donna rapinata e il titolare del distributore (di Andrea Rossi)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.