Emergenza migranti: parte da Querceta il ciclo di incontri voluti dal Comune di Seravezza

Conoscere la realtà delle migrazioni e il loro impatto sul territorio, condividere una politica di accoglienza, raccogliere suggerimenti, offrire risposte. Sono i temi che l’amministrazione comunale intende approfondire con i cittadini, le forze politiche e le associazioni attive sul territorio con una serie di incontri pubblici. Obiettivo: esaminare e discutere assieme i molti e nuovi aspetti dell’accoglienza ai migranti. Accoglienza come risposta a un problema di portata planetaria che negli ultimi anni ha investito l’Europa, e in particolare l’Italia, con un profondo impatto sull’equilibrio sociale e sulla vita quotidiana delle persone. “Fenomeni che già subiamo e che rischiamo di subire ancor più se non troviamo una formula, condivisa fra autorità e cittadini, che ci permetta di governarli – spiega il sindaco Riccardo Tarabella – I fatti recenti del nostro Comune ci hanno insegnato che se non programmiamo veniamo scavalcati, a volte anche con una certa prepotenza da parte degli organi superiori dello Stato. Questo non vogliamo che accada. Vogliamo invece che il Comune, la rete sociale, i singoli cittadini della nostra comunità siano consapevoli e pronti a fare accoglienza nel modo dovuto”.

Il primo incontro si terrà domani (14 novembre) alle 21 nella sala conferenze della Croce Bianca di Querceta. Saranno ospiti tra gli altri i responsabili della Misericordia di Lido di Camaiore (con la quale è in corso fra l’altro il Progetto Casa per risolvere l’emergenza abitativa dei cittadini italiani) che illustreranno le loro esperienze dirette sui territori. Il secondo incontro è programmato invece per lunedì (20 novembre) con inizio sempre alle 21 presso la sala riunioni della Croce Rossa di Ripa. Già confermata la presenza di dottor Marco Ferrari, mediatore culturale-interculturale ed operatore legale. Ai due incontri è in corso di definizione la partecipazione di altri soggetti, quali medici Asl ed operatori di pubblica sicurezza.
L’iniziativa è a cura dell’assessorato al sociale. “Si tratta di un importante momento di incontro e di confronto di ampio respiro su una tematica delicata e di grande attualità – dice l’assessore Orietta Guidugli – Auspichiamo quindi una folta partecipazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.