Lucchese venduta, Comune: “Noi all’oscuro”

Lucchese ceduta ma senza il coinvolgimento del Comune. Lo dicono il sindaco Alessandro Tambellini e l’assessore Celestino Marchini, che forniscono sulle ultime manovre la loro versione dei fatti. Entrambi confermano di essersi impegnati in modo serio e produttivo, su richiesta esplicita della società rossonera e nell’interesse dell’intera comunità, nel tentativo di trovare un gruppo di imprenditori solidi e credibili in grado di rilevare la Lucchese o, comunque, di sostenerla da un punto di vista economico-finanziario, offrendo le necessarie garanzie per dare un futuro al sodalizio sportivo.

“Nel mentre che ci davamo da fare per trovare una soluzione positiva alle vicende della società – affermano Tambellini e Marchini – la proprietà pare aver raggiunto un accordo estraneo all’iniziativa da noi portata avanti, senza comunicarcelo ufficialmente. Una notizia che abbiamo appreso solo da giornali e tv a cose fatte. Non ci resta perciò che esprimere il nostro augurio di buon lavoro ai futuri nuovi proprietari, nell’interesse dei tifosi e della città, da sempre legata ai colori rossoneri”.
Solo in serata la comunicazione ufficiale da parte della società rossonera che conferma il preliminare di cessione all’avvocato Michele Cioni dell’80 per cento della società (Leggi): “Si specifica – dice la nota – che per la conclusione definitiva della cessione, sarà necessaria la presentazione delle garanzie reali dovute, che dovrà avvenire entro venti giorni dalla data del 14 dicembre. Si evidenzia, inoltre, la costante apertura al colloquio della società rossonera con eventuali imprenditori locali che, nonostante gli sforzi delle istituzioni lucchesi, non hanno mai condotto ad alcuna trattativa. I soci di Lucchese Partecipazioni, ancora una volta, hanno comunque provveduto al pagamento degli stipendi e dei contributi dei tesserati, con ben tre giorni di anticipo rispetto alla data di scadenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.