Uici Lucca, ecco un percorso sensoriale con i vini

Sulla scia del successo ottenuto con la precedente realizzazione dei percorsi sensoriali oltre la vista (2015-2016), che ha visto coinvolte persone con disabilità visive a supporto della valorizzazione dei frutti di nicchia tipici della lucchesia, prosegue la collaborazione tra Unione italiana ciechi e ipovedenti della sede provinciale di Lucca e l’istituto scienze della vita della scuola superiore Sant’Anna di Pisa, nell’ambito di una ricerca coordinata dalla dottoressa Susanna Bartolini. Il nuovo progetto-laboratorio, andato in scena nelle scorse settimane nella sede Uici di Lucca, ha avuto come obiettivo quello di ampliare le abilità di giudizio sulla qualità intrinseca di un prodotto, al di là delle apparenze. Il panel di assaggiatori non vedenti, che si era cimentato negli scorsi anni con la valutazione sensoriale dei frutti (mele, pere, pesche, susine, albicocche), questa volta è stato chiamato ad esprimere giudizi sulla qualità dei vini, attraverso degustazioni guidate, utilizzando solo olfatto e gusto.

La dottoressa Francesca Venturi, docente di analisi sensoriale per il CdS in viticoltura e enologia dell’Università di Pisa e socia della start-up NexFood s.r.l., ha condotto le sedute di addestramento/degustazione in una serie di incontri teorico-pratici volti a fornire ai partecipanti le nozioni base per poter seguire una degustazione guidata di varie tipologie di vino.
Complessivamente sono state proposte degustazioni guidate di vini bianchi, rosati, novelli, rossi a diverso grado di affinamento e spumanti, fornendo ai partecipanti anche le informazioni tecniche di base necessarie per poter interpretare al meglio le caratteristiche organolettiche dei vini proposti. Con questo nuovo progetto-laboratorio si è inteso verificare l’effettiva possibilità di addestrare alla degustazione tecnica dei vini persone con handicap visivi, al fine di ampliare fortemente le loro prospettive di integrazione nell’ambito lavorativo, spostando l’attenzione dai limiti alle potenzialità positive della disabilità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.