Toscana Pane, ore decisive per il nuovo acquirente

Salvare i posti di lavoro: è questo l’obiettivo della Cgil, da tempo impegnata per la vicenda Toscana Pane, una realtà importante del territorio altopascese, sia per il marchio e la storia che rappresenta, sia per i livelli occupazionali. Si è appena conclusa una prima parte fondamentale e i prossimi giorni saranno quelli decisivi per il futuro dell’azienda, ad oggi fallita, all’interno di una trattativa complessa, per niente facile e non ancora conclusa, che vede da mesi un impegno congiunto delle forze sindacali e dell’amministrazione comunale, con la piena collaborazione del curatore fallimentare, sempre in contatto con i rappresentanti dei lavoratori.

Dopo l’apertura delle buste avvenuta ieri (7 aprile), domani (9 aprile) verrà ufficializzato e depositato in tribunale l’esito della gara fallimentare con il nome e i dettagli dell’offerta da parte del nuovo acquirente.
“Contemporaneamente – sottolinea Lino Giovannelli, segretario Flai Cgil Lucca – si aprirà la partita sindacale, volta a tutelare i posti di lavoro, messi a rischio dal recente fallimento.  La fase è quindi cruciale e non necessita di fughe in avanti, ma di un lavoro silenzioso e costante per riuscire nella delicata impresa: il nostro impegno è quello di sempre, a favore del lavoro e della comunità di Altopascio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.