Scelte tra libertà e condizionamenti, successo dell’iniziativa Fondazione Brf

“Riflettere sul cervello è provare a capirsi meglio”. Con queste parole il presidente della Fondazione Brf onlus, il professor Armando Piccinni, sintetizza la giornata di studi Le scelte umane: tra libertà e condizionamenti che si è tenuta ieri (18 maggio) a Lucca al Palazzo della Provincia. Un successo di pubblico, che ha coinvolto anche importanti nomi del panorama scientifico nazionale. Uno su tutti il professor Pietro Pietrini, presidente di Imt, che ha partecipato con l’apprezzatissima lettura magistrale Verso una neurobiologia della libertà?.

Calorosa anche la partecipazione del mondo politico, che ha visto l’intervento, fra l’altro, dell’assessore Ilaria Vietina. “L’essere umano – ha spiegato Vietina – è da sempre legato alle sue scelte individuali. Comprendere il suo comportamento è fondamentale per il nostro futuro. Grazie a enti come la Fondazione BRF il nostro territorio è più ricco”. Medesimo il punto di vista del Dott. Umberto Quiriconi, presidente dell’Ordine dei medici, che ha sottolineato la qualità scientifica che caratterizzano tutti i seminari e i convegni della Fondazione Brf Onlus.
“Comprendere le relazioni – ha detto Quiriconi – e come i rapporti possono essere meglio intesi, e dunque migliorati, ci proietta nella vita con una consapevolezza maggiore”. I prossimi appuntamenti con la Fondazione Brf Onlus saranno la nuova edizione della prestigiosa borsa di studio Antonio Gatto, che permette a un ricercatore indipendente di lavorare con un assegno di ricerca per un anno, il seminario dell’autunno che verrà dedicato a un tema contemporaneo che tocca 4milioni di italiani, e il grande convegno di novembre che vedrà la presenta del più importante farmacologo al mondo, Stephen M. Stahl. “Cercheremo – ha concluso il professor Piccinni – di coinvolgere sempre di più la nostra città e i suoi abitanti. Vogliamo diventare un punto di riferimento per tutti i lucchesi, e tendere una mano ai pazienti psichiatrici tanto attraverso il loro trattamento, quanto attraverso la divulgazione scientifica. Due obiettivi che, fin dall’inizio, hanno caratterizzato l’intero nostro operato”. L’incontro ha visto la partecipazione, nell’ordine, di Mauro Mauri, Armando Piccinni, Donatella Marazziti, Pietro Pietrini, Giorgio Manzi, Francesco Benedetti, Angelo Gemignani, Alberto Carrara, Andrea Fagiolini, Roberto Di Quirico, Laura Palagini, Giulio Perugi e Ugo Faraguna.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.