Incontro e spettacolo su don Milani al Villaggio del fanciullo

La Fondazione Villaggio del Fanciullo e l’associazione Amici del Villaggio organizzano mercoledì 31 maggio alle 9 al Cinema Astra, con ingresso libero fino ad esaurimento posti, all’incontro promosso per far conoscere e confrontare il pensiero di don Lorenzo Milani e lo spirito che anima il Villaggio del Fanciullo di Lucca che, da oltre 70 anni, accoglie sulle Mura i ragazzi in difficoltà seguendo i principi ispiratori di Don Natale Mei (fondatore), Don Enzo Tambellini e Don Diomede Caselli.

I ragazzi del Villaggio del Fanciullo accolgono infatti il gruppo teatro Oltre la scuola dell’associazione teatrale Guarnieri Gianburrasca che presenta lo spettacolo Il sogno di Lorenzo.
Il percorso coinvolge un gruppo di 10 ragazzi volutamente dai 10 ai 18 anni. Raccontano un incontro, quello dei ragazzi con la figura di don Milani. Il laboratorio è iniziato a Settembre a Barbiana dove hanno raccolto emozioni, profumi, immagini pensieri collegati a quella piccola scuola.
Elemento base su cui hanno lavorato è lo stupore e la curiosità, sono nati i perché, le critiche positive e quelle negative. Si sono ritrovati come gruppo eterogeneo a vivere il senso di I Care giocando su parole e corpo.
Il gruppo di ragazzi lucchesi composto da Cecilia Marretta, Anna Terigi, Daniele Genovesi, Laura Angelini, Sara La Loggia, Matilde Vicedomini, Chiara Guidi, Valeria Losco e Gabriele Martini ha recentemente rappresentato la Toscana alla 36ma rassegna nazionale teatro della scuola a Serra San Quirico (Ancona), ottenendo il riconoscimento nella sezione Segni Particolari con la seguente motivazione: “Per il lavoro svolto in maniera filologica e di ricostruzione in un setting teatrale dove l’emozione della relazione porta ad una crescita della cura dell’altro in maniera totalizzante. La lezione di Don Milani è stata non solo compresa ma sviluppata e contestualizzata agli adolescenti di oggi”.
I ragazzi sono stati diretti abilmente dall’operatrice teatrale Miriam Iacopi, autrice e regista, che ha dichiarato che i ragazzi hanno approcciato con curiosità ed entusiasmo il progetto, che non è solo un’esibizione ma la presentazione di un cammino per condividere esperienze; una palestra di vita dove, anche nel più intenso dei temporali, sì intravedono le stelle.
L’incontro è stato reso possibile grazie alla preziosa collaborazione del Comune di Lucca e del Teatro del Giglio e il contributo della Fondazione Banca del Monte di Lucca e della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.