Turismo, Fdi chiede cambio di passo al Comune

“Da oltre un anno FdI cerca di stimolare l’amministrazione comunale lucchese a rimettere insieme i cocci che essa stessa ha creato nel primo quinquennio Tambellini in ambito promozione turistica”. Così sul tema del turismo interviene il Circolo Fratelli d’Italia Lucca che prosegue: “Riconosciamo la serietà, la competenza e la preparazione dell’assessore a turismo e cultura Stefano Ragghianti e anche per questo non riusciamo a capire come mai l’amministrazione non agisca per risolvere quelle problematiche denunciate più volte non solo da noi, ma anche dalle inchieste sulle cronache locali”.

“Centri d’accoglienza turistica frequentemente chiusi – – rincara Fratelli d’Italia – totem informativi in tilt, cartellonistica insufficiente, arredo urbano fatiscente e degrado sono l’immagine di come il Comune intende la promozione di una delle città potenzialmente con il maggior appeal della Toscana. Ci appare beffardo sentir parlare di nuovi regolamenti (specie nella passata campagna elettorale) quando sembra che quelli vecchi non vengano fatti rispettare con la dovuta energia”.
“Il turismo è una risorsa fondamentale per comunità come quella lucchese – conclude la nota – Noi di FdI ne siamo fermamente convinti e non è un caso che Riccardo Zucconi, l’onorevole che rappresenta il nostro territorio, abbia avanzato una proposta di legge (che si muove proprio da questo assioma) per superare la direttiva europea Bolkestein. Sta alle amministrazioni locali valorizzare la bellezza delle zone che sono chiamate a guidare. Noi intendiamo fare un’opposizione costruttiva indicando i cocci da rimettere insieme e, perché no, suggerendo con quali strategie crediamo sia possibile farlo. Assessore, se serve un confronto sul tema noi siamo a disposizione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.