Musica, cabaret e musei aperti: torna la Notte Bianca foto

Notte Bianca 2018: parte ufficialmente il conto alla rovescia. In programma, ecco come sempre aperture straordinarie di musei, torri e palazzi cittadini per visite guidate, con la grande novità rappresentata dall’apertura del campanile del duomo di San Martino. Alla parte culturale si affiancherà quella delle manifestazioni, pronte ad abbracciare tutto il centro storico. Ecco dunque eventi dalle 18,30 fino alle 2 del mattino di sabato 25 agosto: le ordinanze relative alle deroghe su orari e limitazioni per musica e somministrazioni di alcolici verranno emesse nell’arco di una settimana e, per quello che si apprende, dovrebbero ricalcare quelle di un anno fa. 

Crescono leggermente, nel frattempo, i costi dell’evento: la notte bianca richiede, infatti, un impegno di circa 62mila euro. Particolarmente gravosa è la parte relativa al rispetto delle norme di sicurezza, con costi ammontanti a circa 18 mila euro (che comprendono attività di safety e security), contro i 16 mila di un anno fa. Una cifra complessiva che è stato sostenuta da tutti gli enti che hanno organizzato l’evento, insieme agli esercenti. Le zone maggiormente attenzione saranno quelle che prevedono la maggiore concentrazione di persone: piazza san Francesco, piazza San Martino, piazza Antelminelli e corso Garibaldi.
L’appuntamento è stato presentato oggi (13 agosto) a palazzo Orsetti, alla presenza degli assessori Francesco Raspini, Stefano Ragghianti e Giovanni Lemucchi, del presidente e del direttore di Confcommercio Lucca, Ademaro Cordoni e Rodolfo Pasquini e di Roberto Camisi (segretario generale Camera di commercio). Evento clou, quest’anno, sarà quello previsto per le 24 in piazza san Martino, dove è in programma lo spettacolo di cabaret di Emanuela Aureli, nota imitatrice ed attrice, pronta a riproporre in chiave ironica i volti femminili più noti del mondo dello spettacolo. Fra gli appuntamenti di spicco, ecco anche l’area dedicata ai bambini sotto palazzo Pretorio con I giochi di una volta, mentre in piazza san Michele lo spettacolo sarà appannaggio della Morunga Drum, street band di tamburi che si esibirà poi lungo le strade e piazze del centro. Fari puntati anche sulla musica, con spazi dedicati alle arie pucciniane ed a deejay set sparsi per la città.
“Ormai dal 2012 – l’incipit di Lemucchi – l’evento si ripete ogni anno e non è mai scontato. Per questo, ringrazio tutti gli attori che hanno consentito di superare le difficoltà”. Sotto questo profilo, Cordoni evidenzia come le problematiche siano state risolte “anche grazie a risorse economiche con cui alcuni enti hanno voluto sostenerci. La notte bianca ha il merito di riportare tante famiglie lucchesi in città, cosa che ormai è diventata una rarità. Quest’anno registriamo la collaborazione attiva di molti esercenti che hanno consentito di mettere in piedi questa manifestazione, specialmente per quel che concerne gli oneri relativi alla sicurezza”.
La settima edizione dell’evento è organizzata ancora una volta da Confcommercio in collaborazione con il Comune e con la partecipazione attiva del centro commerciale città di Lucca, della prefettura, della provincia, delle fondazione Crl e Bml, della Camera di commercio, di Banco Bpm e dell’azienda Bei & Nannini.
“Parliamo dell’apertura dei nostri luoghi – afferma Ragghianti – con delle novità importanti, come quella relativa al campanile del duomo di san Martino. Anche quest’anno la manifestazione toccherà tematiche diverse, per estendersi ad un pubblico in costante crescita”.
Per Pasquini “se avessimo dovuto dare retta alle difficoltà, considerando che circa il 30% dei costi della Notte Bianca vengono erosi dall’apparato di sicurezza, non avremmo fatto nulla. Un ringraziamento, in questo senso, va agli esercenti, per la caparbietà che ci hanno messo. Per una notte i lucchesi possono riappropriarsi della città: è questa la vera forza della manifestazione”. Sul punto, anche Camisi rammenta come questa sia “Una vera e propria festa per tutta la città e tutti i lucchesi”.
Riguardo alla sicurezza della manifestazione interviene l’assessore Raspini: “Con questi eventi la città cresce – osserva – e mi piace sottolineare come la notte bianca sia nata con questa amministrazione. Anche quest’anno il ministero dell’Interno ci ha fatto arrivare le nuove linee guida a metà estate, ma siamo pronti. Abbiamo scelto di attivare la commissione comunale di vigilanza per tutti i siti in cui sono previste manifestazioni a carattere musicale: si tratta di una decisione virtuosa e lungimirante”. Le ordinanze da emettere ad hoc per l’evento, invece, saranno presentate nei prossimi giorni: “Il quadro all’interno del quale ci muoveremo – spiega Raspini – sarà comunque quello dell’anno scorso”. Non sono previsti orari di chiusura per gli esercenti, ma le attività sono in attesa delle deroghe per la musica (richiesta fino alle 2 del mattino da Confcommercio). Capitolo somministrazione alcolici: “Mi pare ragionevole – conclude Raspini – che se l’evento dura fino alle due si consenta anche la somministrazione fino a quell’ora. Queste cose, però, saranno oggetto di un tavolo di discussione con la questura. Penso che il modello che ci ispirerà resterà quello dell’anno scorso, perché ha funzionato tutto”.

Le attività nel dettaglio.
Musei/mostre e aperture straordinarie

Per quanto concerne le visite guidate e le aperture straordinarie, da evidenziare quella del museo Casa Puccini (dalle 21 alle 23), del museo della Liberazione (dalle 19), di palazzo Pfanner (dalle 21 alle 24) e della Domus Romana (dalle 21 alle 24) . Poi le torri: torre Guinigi (dalle 19 alle 23,30), torre delle ore (dalle 19 alle 23,30) e, da quest’anno, anche il campanile di san Martino (dalle 19 alle 23). Alla fondazione Ragghianti, invece, sarà aperta la mostra Per sogni e per chimere (dalle 21 alle 23,30), così come saranno a porte aperte i musei di palazzo Ducale (dalle 21 alle 23) e la Casa del Boia (dalle 21 alle 22).

Visite guidate.
Tra le visite guidate ecco, a palazzo Ducale, la visita alle sale monumentali ed al teatro della memoria olfattiva (dalle 21 alle 23) e alla mostra biennale di Cartasia. Poi, ecco anche la possibilità di visitare i sotterranei di santa Croce e san Paolino (dalle 21 alle 23) e l’Orto botanico. Percorsi guidati (dalle 21 alle 23) sono previsti anche in Santa Caterina (via del Crocefisso), al complesso mussale di san Francesco, alla cappella di sant’Ignazio della chiesa di san Giovanni ed a palazzo Orsetti (con visita guidata a cura del sindaco, dalle 21).

Manifestazioni.
Dalle 18,30 si parte con manifestazioni in tutte le piazze principali. In piazza san Francesco ecco Aspettando la notte bianca, mentre a palazzo Pretorio ci sarà Favole e fiabe, spazio bimbi a carico di Incanto party. In piazza san Michele, invece, ecco Dado d’Oro per rievocare i giochi della tradizione, mentre piazza Napoleone sarà il teatro naturale di uno spettacolo di danza organizzato da Caraibic dance center. Danza che sarà protagonista anche in piazza san Giovanni, grazie a Salsa de Alma e Emozione danza.
Dalle 19 in poi, ecco altri attori principali della lunga notte. Appuntamento al Rewinebar con Ultra Twist, ma anche al Dark Side di via san Frediano, con Ciccio rap e Jobbino dj. Ancora tanta musica e divertimento alla piccola osteria ed al bar Santa Zita, grazie a Jocker sound. Uno scenario che si amalgama con quello, storico, del mercato di arti e mestieri in piazza san Giusto, mentre corso Garibaldi sarà come al solito uno dei poli maggiormente attrattivi, con Dj sotto le stelle. Ancora danza in piazza san Martino, a cura della compagnia Dile que si, ed in piazza del Giglio con Sante Salsero. Originale, poi, la Flowa Powa II allestita al Franklin 33 di via san Giorgio: si tratterà di una festa floreale con musica trash degli anni ’90.
Dalle 20, inoltre, arriva Magic Night a Generale Lee (via Fillungo), dove sono in programma degustazioni della bevanda OriOra e giochi di carte con sorpresa. In cortile degli Svizzeri, invece, ecco Dietro quel magico portone, lezione gratuita di avvicinamento al tango.
Dalle 21 ancora danza, con Segui il ritmo dei Morunga Drum, per le vie della città, mentre altro grande polo attrattivo sarà rappresentato dal San Michele White night party, con dj Rik Spin, le percussioni di Diego Guarino ed il sassofono di Omar Daini. Ancora danza, poi, in piazza Napoleone, piazza Guidiccioni e piazza santa Maria. Occhi puntati anche in piazza dei Mercanti, dove verrà allestito il Vinile dj set drunkdrivers.
Alle 21,30 spazio anche per i cinefili, con Lazzaro felice proiettato al cinema all’aperto di villa Bottini. Alla stessa ora si potrà anche scegliere una visita guidata al baluardo san Pietro, con tanto di apparizioni di fantasmi lucchesi.
La notte bianca non poteva certo esimersi dall’omaggiare il Maestro: dalle 22, in piazza san Francesco, ecco dunque le Cartoline pucciniane a cura del teatro del Giglio e della fondazione Puccini.
Dalle 22,30 per le vie della città prosegue Segui il ritmo, mentre al bar Casali di piazza san Michele scatta Rockabily Casali night con i Peggy Su and sexual chocolate.
La festa continua alle 23, sempre con le percussioni dei Morunga Drum in giro per la città, mentre c’è grande attesa per il Secret party di piazza Antelminelli, un altro luogo attenzionato dall’apparato di sicurezza, complice la grande mole di pubblico atteso. Da non perdere, alla stessa ora, anche la musica del dj Villi Funky al caffè Gabry di piazza san Salvatore. Alle 23,30 si potrà assistere all’ultimo spettacolo di percussioni per le vie del centro, mentre allo scoccare della mezzanotte ecco l’attesissimo Emanuela Aureli show, spettacolo offerto da Bei e Nannini Lucca.
Chiude il cartellone delle manifestazioni – alle 00,45 – lo spettacolo di danza a cura della scuola Dile que si, in piazza san Martino. Da qui in poi scatta il Nessun dorma, fino alle 2 del mattino.

Paolo Lazzari

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.