S.Luca, anche sindaco contro ricoveri promiscui

Ricoveri promiscui al San Luca, anche l’amministrazione comunale dice no. È il sindaco Alessandro Tambellini a sottolineare il fatto di non condividere la prassi ormai abituale dei ricoveri promiscui adottata nel nuovo ospedale cittadino.

“Questa realtà – spiega il sindaco – confligge con la logica del rispetto dovuto ai cittadini in un fase di particolare fragilità qual è il momento del ricovero in ambito ospedaliero. È importante contestualmente analizzare se tale prassi non sia una manifestazione e un effetto di una carenza di dotazione di posti letto per acuti, questione sulla quale l’amministrazione comunale ha lavorato anche nei mesi scorsi insieme all’azienda sanitaria e alla Regione”.
“Ma non basta il lavoro fatto – aggiunge Tambellini – L’amministrazione comunale si impegnerà ulteriormente nelle sedi appropriate per una concreta soluzione del problema, anche perché questa situazione crea disagio non solo ai pazienti, che rappresentano la parte più fragile e da tutelare, ma anche ai lavoratori che operano nel presidio ospedaliero”.
“Pur riconoscendo l’impegno dell’azienda sanitaria nord-ovest nell’implementare di 14 posti letto le cure intermedie situate in Campo di Marte – conclude il sindaco – è necessario comunque approfondire con l’Asl il reale fabbisogno di posti letto per acuti al San Luca, tenuto conto anche dell’aumento della popolazione residente dovuta agli intensi flussi turistici che si concentrano non solo nei tre mesi estivi, ma ormai perdurano per buona parte dell’anno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.