Acque Spa: “Estranei ai cattivi odori al Frizzone”

Maleodoranze al Frizzone, Acque Spa risponde al comitato di Paganico e al suo rappresentante Liano Picchi: “Nonostante gli innumerevoli tentativi di chiarimento – dice l’azienda – la vicenda delle maleodoranze in zona Frizzone ciclicamente viene pretestuosamente messa in relazione alla locale stazione di sollevamento fognario. Tale impianto è stato effettivamente oggetto nel 2015 di un sopralluogo da parte di Arpat che rilevò alcune problematiche di maleodoranze. Acque riscontrò la presenza di limitati fenomeni di cattivo odore, tuttavia non avvertibili già a 3 metri di distanza. Il problema fu comunque risolto, semplicemente, posizionando un tappo. Informammo l’agenzia come apparisse del tutto inverosimile che l’abitato di Paganico, distante qualche chilometro, potesse avvertire possibili maleodoranze provenienti da lì”.

“Anche nelle scorse settimane – prosegue Acque – i controlli di routine hanno confermato la piena funzionalità della stazione di sollevamento e la totale assenza di cattivi odori. È probabile che, come al solito, si voglia confondere la stazione di sollevamento con una vasca a cielo aperto, posizionata non lontano dalla stazione stessa, che, ribadiamo per l’ennesima volta, non essere né di proprietà né in gestione ad Acque. Per quanto riguarda le dichiarazioni sui presunti sversamenti di liquami, respingiamo duramente ogni accusa: gli sfioratori servono a regolare la funzionalità degli impianti di depurazione, nelle fasi di piena della rete causate dalle piogge, consentendo lo sfioro delle acque (già abbondantemente diluite) nel reticolo idraulico per la porzione eccedente. Sono previsti dalla normativa e, ovviamente, sono regolarmente autorizzati. Con l’auspicio di aver chiarito definitivamente la questione, Acque ha dato mandato ai propri legali di perseguire chiunque rilasci informazioni false e calunniose in merito a questa vicenda”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.