Quantcast

La nazionale italiana degli hacker in ‘ritiro’ a Lucca

I cyberdefender, gli “hacker buoni” della nazionale italiana che partecipa ai campionati europei di sicurezza informatica, tornano alla scuola Imt alti studi di Lucca per prepararsi alla più importante competizione dell’anno: la European cyber security challenge (Ecsc). L’Italia partecipa per la seconda volta a questi campionati dopo avere conquistato la medaglia di bronzo nelle competizioni del 2017 a Malaga, in Spagna. Per potersi preparare e sviluppare nuove competenze, dal 30 settembre al 4 ottobre la squadra nazionale sarà coinvolta in un percorso di addestramento intensivo che si svolgerà alla scuola Imt. I campionati, che si terranno a Londra dal 14 al 18 ottobre, sono promossi dalla Commissione Europea e dall’Agenzia europea per la sicurezza delle reti dell’informazione e vedranno la partecipazione di 19 squadre nazionali europee.

Il compito di formare la squadra italiana è stato affidato al Cini (Consorzio interuniversitario nazionale per l’informatica) in qualità di organizzatore di CyberChallenge.it dal Nucleo per la sicurezza cibernetica nazionale. “Siamo lieti di offrire il nostro contributo alla preparazione della squadra dei giovani esperti selezionati dal Cini per i campionati europei di sicurezza informatica – afferma il professor Rocco De Nicola, ordinario di informatica a Imt e esperto in linguaggi di programmazione e sistemi distribuiti -. La scuola Imt, insieme alle altre università toscane e al Cnr e con il sostegno della Regione Toscana, nei mesi scorsi ha dato vita a un centro congiunto di competenza sulla cybersecurity toscano (C3T), al fine di ridurre la carenza di esperti in questo settore e garantire la sicurezza informatica per il contrasto dei crimini che minacciano le aziende e la pubblica amministrazione”.
Tra gli obiettivi dell’European cyber security challenge vi è quello di porre la cybersecurity a servizio della collettività, per promuovere la pace, preservare la democrazia, la dignità e la libertà di pensiero. L’Ecsc includerà anche una serie di eventi tra cui conferenze e un recruitment fair, che consisterà in workshop, dimostrazioni, talk ed esposizioni di aziende attive nell’ambito della sicurezza informatica. Le tematiche oggetto dell’addestramento verteranno su materie fra cui binary exploitation, reversing, web security, crittografia, e computer & mobile forensics. Sarà parte dell’addestramento anche un corso hardware specificamente progettato per l’iniziativa. In questo contesto ciascuno dei componenti della squadra presenterà un argomento rilevante in cybersecurity, sviluppando la capacità di esporre temi complessi in modo comprensibile a un pubblico di non specialisti. Durante il ritiro saranno fornite inoltre le informazioni relative alla competizione e all’organizzazione del team e girato un video di introduzione della squadra che sarà proiettato a Londra durante la presentazione dei team europei in gara.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.