Le rubriche di Lucca in Diretta - Famiglie

I chakra e la piramide dei bisogni di Maslow foto

La filosofia alla base del sistema dei chakra è vecchia di circa quattromila anni. Le prime tracce si trovano nei Veda, un’antichissima raccolta in sanscrito di testi sacri dei popoli Arii che, intorno al 2000 a.C., invasero l’India settentrionale. Secondo questo sistema, le energie che noi utilizziamo per vivere vengono attinte dall’energia universale, il prana. Con prana si intende la somma delle energie che sono contenute nell’universo e ne permettono l’esistenza.

Anche il magnetismo, la gravità, l’elettricità non sono che manifestazioni del prana. Una volta assorbite, le energie vengono organizzate e gestite da sette vortici, i chakra, appunto, situati lungo la nostra colonna vertebrale all’altezza di una delle tre nadi (canali attraverso i quali il prana viene distribuito a tutto il nostro corpo) principali, la sushumna. 
L’energia, così, viene utilizzata dal corpo e dalla mente per funzionare. Ogni vortice ha una zona di azione sia per quanto riguarda il ‘funzionamento’ fisico del nostro corpo, sia per quanto riguarda il nostro benessere psicologico e spirituale. Ad ogni chakra corrisponde un diritto umano, che corrisponde alla soddisfazione dei bisogni principali: diritto di esistere; diritto di sentire; diritto di agire; diritto di amare; diritto di esprimersi; diritto di vedere; diritto di conoscere. 
Si può azzardare un parallelismo fra il sistema dei chakra e la piramide dei bisogni di Maslow: il mancato soddisfacimento dei bisogni primari può provocare squilibri ai primi due chakra; i bisogni sociali non soddisfatti possono togliere energia a terzo, quarto e quinto chakra; lo squilibrio degli ultimi due chakra può essere dovuto alla mancata autorealizzazione (bisogni del sé). Si può, dunque, affermare che il soddisfacimento dei bisogni aiuti i chakra a regolarizzarsi, e dunque a funzionare al meglio. È anche vero il contrario, se i nostri chakra sono ben equilibrati sarà più semplice individuare e soddisfare i nostri bisogni.

dottoressa Elisa Pietrini
counselor olistica e operatrice reiki di II livello

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.