Sanità, audizione dei direttori generali delle Asl

La commissione sanità del consiglio regionale presieduta da Stefano Scaramelli (Pd) terrà una seduta aperta agli organi d’informazione per l’audizione dei direttori generali delle Asl e delle aziende universitarie ospedaliere della Toscana. Sarà sentito anche il consiglio dei cittadini per la salute. La seduta si terrà domani (13 dicembre) a partire dalle 10,30, nella sala consiliare, al primo piano del palazzo del Pegaso. Si tratta di un appuntamento annuale introdotto con la riforma: il direttore generale riferisce annualmente alla commissione consiliare in merito ai contenuti della relazione sanitaria aziendale. Sarà l’occasione per una verifica, sull’andamento delle Asl, sull’operato dei direttori e più in generale sugli effetti della riforma sanitaria regionale a tre anni dall’entrata in vigore. 

“Le audizioni dei vertici delle aziende sanitarie toscane riflettono il nuovo modo di fare politica in Consiglio regionale, intrapreso a partire dalle modifiche introdotte sulla riforma sanitaria di questi anni – spiega il presidente Scaramelli – È stato ridefinito il ruolo stesso della commissione sanità. La seduta aperta agli organi d’informazione, quindi ai cittadini tutti, per le audizioni alla governance delle aziende sanitarie è un’occasione per conoscere il loro operato. Come commissione – prosegue il presidente – non siamo chiamati a esprimere un giudizio, ma a verificare la corrispondenza del loro operato con l’attuazione della riforma del sistema sanitario regionale. Ogni azienda gestisce budget superiori ai 2 miliardi di euro. Abbiamo il dovere di vigilare sull’operato dei direttori generali – chiude Scaramelli – e, come rappresentanti dei cittadini, in modo bipartisan, indipendentemente dalle forze politiche di appartenenza, abbiamo il diritto di capire come migliorare le prestazioni e i servizi erogati ai cittadini”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.