Seravezza, ultimo ordine del giorno dell’anno. Il presidente Biagi traccia un bilancio

Ultima convocazione dell’anno per il consiglio comunale di Seravezza, che torna a riunirsi domani (28 dicembre) alle 17 in seduta straordinaria. In apertura, dopo le comunicazioni del sindaco, spazio alle interpellanze e alle interrogazioni e al dibattito su quattro distinte mozioni: i due documenti dal titolo Iniziative a sostegno della prevenzione vaccinale e Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, nonché misure per la funzionalità del Ministero dell’Interno presentati dal gruppo consiliare di maggioranza Al Cuore della Versilia; le due mozioni dal titolo Individuazione di una o più aree di verde pubblico da adibire a ‘sgambatoio’ ed area svago per i cani e Revisione posti letto all’ospedale Versilia e liste d’attesa presentate invece dal gruppo consiliare Idee in Comune. A seguire, l’assemblea discuterà il regolamento comunale sulla videosorveglianza, la bozza di convenzione con le Ferrovie e con il Comune di Forte dei Marmi per il prolungamento del sottopasso viaggiatori della stazione ferroviaria di Querceta, il riconoscimento di un debito fuori bilancio a seguito di due sentenze del giudice di pace di Lucca e la razionalizzazione delle partecipazioni comunali.

“Si chiude un anno di intensa attività per il consiglio comunale di Seravezza – commenta Riccardo Biagi, presidente dell’assise – Nell’arco del 2018 l’assemblea si è riunita in totale dodici volte, tre in più rispetto allo scorso anno, varando un consistente numero di provvedimenti. Non solo atti amministrativi, ma anche documenti d’intenti su temi di rilievo – locale e non solo – come l’eutanasia, la valorizzazione dell’olivo quercetano, la strage di Viareggio, solo per citarne alcuni. Ringrazio le forze politiche, i gruppi consiliari e i singoli consiglieri per la costante partecipazione e per il lavoro svolto nell’arco del 2018. Il consiglio comunale rappresenta sempre un momento importante di verifica del percorso amministrativo e, anche se non tutte le proposte vengono accolte positivamente, resta il luogo del confronto democratico, della dialettica, dell’analisi delle idee e dei progetti per il futuro della città. L’auspicio per il 2019 è di riuscire a fare ancor meglio, producendo atti sempre più efficaci e utili per la crescita della nostra comunità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.