Lunedì di sciopero per gli autotrasportatori

Autotrasportatori in piazza per dire no alla modifica dei tempi di guida e riposo. È questa la decisione delle segreterie nazionali di Filt Cgil, Fit Cisl e UilTrasporti che hanno dichiarato sciopero nazionale per tutto il settore autotrasporto merci per l’intera giornata di domani (14 gennaio).

Per i sindacati, va fermata ogni modifica del Regolamento Ue, “perché – spuegano – il rischio che corrono i conducenti di mezzi pesanti è quello di vedere peggiorate le proprie condizioni di vita e lavoro. La modifica del regolamento prevede infatti la possibilità di distribuire in modo squilibrato i tempi di guida e riposo, con la concentrazione del riposo lungo nella quarta settimana determinando perciò un allungamento dei tempi di lavoro nelle prime tre settimane. Una distribuzione squilibrata dei tempi di guida e riposo significa impattare in modo diretto sulle condizioni di lavoro: più fatica, meno concentrazione, più difficoltà di recupero. Significa meno sicurezza per i lavoratori e per tutti gli utenti della strada. L’iniziativa di mobilitazione è contro la modifica dei tempi di guida e riposo, per la sicurezza stradale, per il divieto totale del riposo in cabina”.
In Toscana, domani (14 gennaio) saranno interessati dallo sciopero oltre 1000 lavoratori: è previsto un presidio di sindacati e autisti dalle 10,30 alle 12,30 a Firenze in via Cavour sotto la trefettura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.