Rinvii a giudizio per lo striscione di Forza Nuova, Panchieri (Pd) plaude al lavoro della magistratura

In merito al rinvio a giudizio dei quattro esponenti di Forza Nuova per apologia del fascismo per aver appeso, nel novembre 2017, uno striscione che ineggiava a Mussolini di fronte all’abitazione del sindaco Alessandro Tambellini, Roberto Panchieri, segretario del Circolo centro storico del Pd ringrazia coloro che hanno svolto le indagini e il sindaco Tambellini, augurandosi che questo fatto possa accendere l’attenzione sui movimenti di estrema destra.

“Un plauso sincero a chi, con le proprie indagini, ha portato alla incriminazione dei 4 presunti responsabili della esposizione di uno striscione inneggiante a Mussolini davanti alla abitazione del Sindaco della città – dichiara Roberto Panchieri -. Si tratta di 4 esponenti di rilievo del movimento di estrema destra Forza Nuova, che dovranno affrontare il giudizio di un tribunale per il loro comportamento. Lo Stato, dunque, c’è e fa il suo dovere. Particolarmente importante che fra i capi di accusa sia evidenziato anche il reato di apologia del fascismo, perché questo fatto può gettare una luce sulla natura di questo e di altri movimenti di estrema destra per poterne valutare appieno la legittimità. Infine, un ringraziamento sincero a Tambellini, che ha affrontato con dignità, equilibrio ed intelligenza questa ignobile vicenda”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.